In dieci per 45 minuti, il Cittadella soccombe all’Ascoli

0

CITTADELLA – ASCOLI

Marcatori: 19′ st Cacia.
CITTADELLA: Alfonso; Salvi, Pelagatti, Pasa, Martin; Paolucci (35′ st Arrighini), Iori (C), Bartolomei; Chiaretti (25′ st Schenetti); Kouame (17′ st Strizzolo), Litteri.
A disposizione: Paleari, Benedetti, Valzania, Scaglia, Lora, Pedrelli.
Allenatore: Roberto Venturato.
ASCOLI: Lanni, Augustyn, Mengoni, Bianchi, Carpani, Orsolini (11′ st Giorgi), Felicioli, Cacia (32′ st Perez), Gatto (41′ st Jaadi), Cassata, Almici.
A disposizione: Ragni, Pecorini, Gigliotti, Cinaglia, Hallberg, Iotti.
Allenatore: Alfredo Aglietti.
Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli.
Assistenti: Gori (Arezzo) Grossi (Frosinone).
Quarto Uomo: Amabile (Vicenza).
NOTE: Ammoniti: Litteri, Kouame, Pelagatti, Iori, Chiaretti, Salvi, Martin.
Espulsi: Litteri per doppio giallo al 45′ del primo tempo.
Angoli: 4 – 3
Recupero: 2′ – 4

Terza sconfitta nelle ultime tre partite per il Cittadella di Venturato che, complici anche una buona dose di sfortuna e un arbitraggio talvolta discutibile ( che costringe i granata in 10 per tutto il secondo tempo),  subisce un nuovo stop per mano dell’Ascoli, fino a stasera penultimo in classifica con soli 7 punti. L’espulsione per doppia ammonizione di Litteri alla fine del primo tempo ha complicato  i piani dei padroni di casa, che pure, subìto il gol di Cacia, hanno continuato ad attaccare sfiorando il pari in più occasioni.

Il Cittadella ha da recriminare anche per l‘atterramento di Chiaretti in area: niente rigore e  per l’attaccante granata arriva invece un’ammonizione per simulazione. Con la sconfitta odierna il Cittadella fallisce la possibilità di ritornare, almeno momentaneamente, in vetta alla classifica. Granata fermi a quota 18 punti.

Condividi.