Iori e Pelegatti saltano l’Entella. Ecco l’avversaria dei granata

0

Senza Iori e Pelagatti squalificati, il Cittadella chiude il 2016 ospitando al Tombolato la Virtus Entella (venerdì 30 dicembre 20.30) . Questa l’avversaria dei granata nella prossima sfida:

La Virtus Entella è una società calcistica italiana con sede nella città di Chiavari, in provincia di Genova.
La fondazione dell’Entella risale al 1914 nel periodo in cui nascono molti dei più importanti club calcistici nazionali. L’iniziativa è di un gruppo di giovani e notabili chiavaresi che vogliono avere la squadra di calcio della città dimostrando così il senso di modernità delle classe dirigente locale di allora.

Nei decenni che seguono la nascita l’Entella calcio si impone sulla scena sportiva, non solo regionale, diventando via via un elemento di identità di Chiavari e dei chiavaresi, ma anche di un molto più vasto bacino di popolazioni dell’entroterra che gravita sul capoluogo e che vive e prospera intorno al fiume. Vi sono fasi della vita del club molto importanti come quelle degli anni ’60 e degli anni ’80, nelle quali la squadra e la società si mettono in mostra nel cal- cio professionistico. Poi un lento declino sino al fallimento, la scomparsa del nome, l’oblio. Solo pochi anni fa un gruppo di imprenditori chiavaresi decide di ridare l’onore alla bandiera e ai colori biancocelesti. Ma è a partire dal 2007, con la Presi- denza di Antonio Gozzi, che si ha l’effettivo rilancio e la straordinaria cavalcata che porta ai giorni nostri. L’Entella disputa nella stagione 2012- 2013 la terza serie del campionato italiano, l’ex Serie C1. I liguri si conquistano i playoff grazie alla quinta posizione, facendo un campionato straordinario contro squadre come il Lecce che l’anno precedente si giocava la salvezza in Serie A (squadra salentina retrocessa in B sul campo e in Lega Pro per la presunta combine in Bari- Lecce del 2011). Proprio contro il Lecce la squadra chiavarese si gioca la prima sfida promozio- ne il 26 maggio 2013. La partita viene dominata dall’Entella che passa in vantaggio al 76’ con Pablo Hernan Garin, ma che si vede poi raggiungere dal Lecce al 94’, grazie al goal del pareggio di Dario D’Ambrosio. Nella partita di ritorno giocata a Lecce, l’Entella perde

per 2-1 vedendo sfumare il sogno della Serie B. La stagione successiva i liguri mantengono la testa della classifica dalla sesta giornata

di campionato fino alla fine, arrivando ad avere 9 punti di vantaggio sulla Pro Vercelli, seconda in classifica, a cinque giornate dalla fine. Nel finale di stagione però la Virtus Entella conquista solo 2 punti in 4 partite (compresa la sconfitta casalinga nello scontro diretto con la Pro Vercelli), portando i piemontesi a -1 a una giornata dalla fine.

Tuttavia nell’ultima giornata di campionato la squadra biancoceleste, allenata da Luca Prina, espugna in rimonta per 2-1 lo Stadio Giovanni Zini di Cremona grazie ai goal di Michele Troiano e Lorenzo Staiti, ottenendo quindi la prima e storica promozione del club in Serie B.

Solo 2 i precedenti tra liguri e Cittadella in B: in entrambe le sfide vittoria della Virtus Entella che ha espugnato il Tombolato (1 a 0 gol di Botta) e vinto al Comunale di Chiavari (2 a 1 firmato Staiti, Ferreira e Cappelletti).

Condividi.