Ripresa fatale: i “Lupi” capitolano a Pescara

0

Non riesce il colpaccio in trasferta ai Lupi di Marin che si arrendono al Pescara, dopo una sfida dalla due facce.  Al PalaRigopiano i biancoazzurri dominano il primo tempo ma capitolano ad inizio ripresa nel giro di 3 minuti, la gara termina 6-3 in favore dei padroni di casa che restano primi e vanno in fuga.

L’iniziale fase di studio viene rotta poco prima del 3′ da un recupero dei Lupi: triplo scarico con il pallone che finisce sull’out di sinistra nei piedi di Taborda che a porta vuota insacca lo 0-1. Al 4′ clamoroso pugno in faccia di Caputo su Ramon non sanzionato dal direttore di gara. Il pari dei padroni di casa arriva all’8′ firmato da un lampo dell’ex Canal; destro da posizione defilata che passa sotto le gambe di Honorio e va a infilarsi nell’angolino. L’1-1 non scalfisce le ambizioni dei rossoblù (in maglia verde) vicinissimi all’1-2 con Ramon al 12′ (palla a fil di palo) e con Taborda al 16′ grazie ad un tiro violento in diagonale di destro. L’ultima palla-gol del primo tempo è sempre della Luparense: assist di Guedes per Taborda che con un delizioso pallonetto supera Capuozzo con il salvataggio decisivo di Borruto sulla linea.

Inizio di ripresa shock per la Luparense. Pronti via e Mati Rosa dopo 40″ spalle alla porta stoppa con il petto e con una girata segna il 2-1. I delfini vanno vicini al 3-1 con Cuzzolino al 2′, fermati dalla gran parata di piede di Miarelli, ma non possono nulla quando Caputo lancia Borruto sulla destra che con un pallonetto mette il 3-1. In pochi secondi succede di tutto: viene espulso Mancuso al 3′ per fallo su Chimanguinho lanciato in porta, e con l’inferiorità numerica il Pescara sfrutta subito la situazione di vantaggio: Cuzzolino firma il 4-1 dopo 3’30”.Al 5′ altra ripartenza fatale del Pescara: assist di Chimanguinho e sovrapposizione perfetta di Ghiotti che supera Miarelli per il 5-1. Marin gioca già dal 7′ la carta del portiere di movimento (Bordignon); con la circolazione e il possesso c’è un primo guizzo di Bertoni poco prima del 10′, ma è ancora il Pescara a segnare. Proprio al 10′ Borruto su un ribaltamento coast to coast supera Taborda e fa il 6-1. Soltanto a 3′ dalla fine la Luparense riaccende la miccia: Bordignon trova lo spazio dal limite segnando il 6-2. E a 1′ dalla fine la superiorità provoca il 6-3 di Coco appostato sul palo sinistro.

PESCARA-LUPARENSE 6-3 (1-1 p.t.)

PESCARA: Capuozzo, Caputo, Canal, Rosa, Cuzzolino, Ghiotti, Falcetta, Pulvirenti, Azzoni, Borruto, Chimanguinho, Agostinelli. All. Colini

LUPARENSE: Miarelli, Taborda, Lara, Honorio, Bertoni, Bordignon, Caverzan, Guedes, Ramon, Coco, Mancuso, Morassi. All. Marin

MARCATORI: 2’57’’ p.t. Taborda (L), 8’27’’ Canal (P), 0’40’’ s.t. Rosa (P), 2’54’’ Borruto (P), 3’29’’ Cuzzolino (P), 4’52’’ Ghiotti (P), 9’57’’ Borruto (P), 16’43’’ Bordignon (L), 18’48’’ Coco (L)

AMMONITI: Mancuso (L), Morassi (L), Bertoni (L), Guedes (L), Ghiotti (P)

NOTE: 3’17’’ s.t. espulso Mancuso (L) per doppia ammonizione

ARBITRI: Daniele Di Resta (Roma 2), Francesco Nitti (Barletta), Dario Di Nicola (Pescara) CRONO: Manuela Di Fabbi (Sulmona)

Condividi.