In 90 sul tatami per il “Kids Randori Day” di judo

0

Ben 90 i piccoli judoka che sono saliti sul tatami del Kyoto Judo Kai di Cittadella per il “Kids Randori Day” organizzato sabato scorso, 11 febbraio, nel 47° anniversario di fondazione dell’Associazione Sportiva cittadellese.

I bambini, tra i 6 e i 13 anni, sono stati divisi in due gruppi ed hanno avuto modo di conoscersi e confrontarsi allenandosi assieme come fanno gli atleti più grandi. Entrambi i gruppi, il primo formato dai bambini tra i 6 e i 9 anni e il secondo dai ragazzini tra i 10 e i 13, hanno iniziato l’allenamento con una sessione di riscaldamento, fatta di giochi ed esercizi propedeutici, per poi passare al randori a terra e infine al randori in piedi e concludere ancora con un gioco perché allenarsi assieme significa certamente confrontarsi ma sempre con l’intento di aiutarsi a crescere e senza mai dimenticare di divertirsi. “Il randori non è una gara” spiega il M° Diego Lancini, “nel randori non vince e non perde nessuno; è sì un combattimento, ma che serve a testare l’efficacia delle tecniche apprese e il proprio livello di preparazione, senza dover vincere a tutti i costi”. E questo è stato lo spirito con cui si è svolto tutto il pomeriggio di allenamento: amicizia, crescita e divertimento.

All’evento, oltre ai piccoli judoka cittadellesi, hanno partecipato anche gli atleti delle Associazioni Sportive REI JUDO RIESE PIO X, YOSHIN JUDO TREVIGNANO, ARTI MARZIALI GIAPPONESI JUDO MURANO, BUDOKAI JUDO VICENZA e JUDO CLUB MESTRE, accompagnati dai loro insegnanti e dai genitori dei bambini. “Vogliamo rivolgere un particolare ringraziamento agli amici di queste associazioni sportive che hanno creduto nel nostro progetto di interscambio e ci hanno onorato della loro presenza” afferma il M° Diego.
La serata si è poi conclusa con una grande festa per l’anniversario di fondazione del Kyoto Judo Kai, che quest’anno ricorreva esattamente nella data dell’evento organizzato.

Condividi.