Isola conquistata, la Luparense blinda il secondo posto

0

La Luparense supera 6 a 1 il Futsal Isola mantenendo saldo il secondo posto in classifica complice il pari dell’Acqua&Sapone a Latina. I Lupi segnano con 6 giocatori diversi, tra i quali Adriano Foglia, il cui gol è festeggiatissimo, e con una perla di Edgar Bertoni, che esalta i tifosi rossoblù presenti in massa negli spalti.

Primo tempo

Marin tiene fuori dai 12 Taborda e Brandi facendoli rifiatare. Nello starting 5 partono Morassi, Tobe, Honorio, Bertoni e Mancuso. Proprio il pivot dopo poco più di un minuto si fa trovare da Honorio sul secondo palo per il gol del vantaggio dopo una prima finta che tradisce la difesa: 1-0.La risposta degli orange non si fa attendere, al 4′ Foglia perde un pallone in zona d’attacco e offre il contropiede libero ad Arteiro il quale supera Morassi per l’1-1. Allo scoccare del 5′ c’è il nuovo vantaggio rossoblù: Honorio salta l’uomo e con un diagonale dall’out di sinistra trafigge Leofreddi per il 2-1. Foglia ci prova in tutti i modi con svariati tiri da fuori che però non bucano l’estremo capitolino: al 12′ ci pensa Tobe a sfruttare l’indecisione difensiva e firmare il 3-1. Poco dopo Emer in occasione di una ripartenza colpisce il palo (13′) ma è l’unica palla-gol importante della squadra di Angelini del secondo tempo. Al 15′ colpisce la traversa Foglia, mentre al 16′ sfiora il gol Ramon a più riprese: Leofreddi compie un miracolo.

Secondo tempo

Nella ripresa dopo 2′ Bertoni si inventa un gol pazzesco: calcio d’angolo sul secondo palo con il numero 15 che batte potente al volo da mezza altezza e segna il 4-1. Al 9′ è il turno di Coco, che con una scivolata, sull’assist dalla destra di Lara, fa la cinquina: 5-1. L’Isola al 10′ prende palo con Arribas, e dal 12′ insiste alla ricerca di accorciare le distanze mettendo il portiere di movimento (Tiveron). Non ne scaturiscono grosse opportunità, a farsi pericolosa è sempre la Luparense, che segna ancora con Foglia, su assist di Ramon. Il tiro del 10 (smarcato) è semplice e fa esplodere il palasport: 6-1. C’è il tempo soltanto per l’ultimo lampo di Ramon prima della sirena, per l’ennesima volta vicino all’appuntamento col gol.

Condividi.