Litteri non basta. Il Cittadella in 10 sconfitto ad Ascoli

0

ASCOLI – CITTADELLA 2-1

Marcatori: 6′ st Litteri (rig.), 20′ st Gigliotti, 41′ st Orsolini.
ASCOLI: Lanni, Augustyn (22′ pt Gigliotti), Mengoni (1′ st Mogos), Bianchi, Felicioli (18′ st Orsolini), Cacia (C), Gatto, Cassata, Favilli, Mignanelli, Almici.
A disposizione: Ragni, Bentivegna, Perez, Addae, Lazzari, Slivka.
Allenatore: Alfredo Aglietti.
CITTADELLA:
Alfonso; Pedrelli, Scaglia, Varnier, Benedetti; Bartolomei, Iori (C), Valzania; Chiaretti (13′ st Paolucci); Litteri (34′ st Kouame), Arrighini (25′ st Schenetti).
A disposizione: Paleari, Salvi, Pasa, Martin, Vido, Pascali.
Allenatore: Roberto Venturato.
Arbitro: Sig. Aureliano (Bologna).
Assistenti: Sig. Rocca (Vibo Valentia), Sig. Bellutti (Trento).
IV Uomo: Sig. Capraro (Cassino).
Ammoniti: Scaglia, Mengoni, Almici, Gigliotti, Bartolomei, Favilli, Orsolini.
Espulsi: Iori al 43′ pt per fallo a gioco fermo.
Angoli: 8 – 5
Recupero: 2′ – 4′

Non basta il vantaggio firmato da Litteri dal dischetto, a 6 minuti dall’inizio della ripresa, per regalare al Cittadella la soddisfazione di incassare 3 punti lontano dal Tombolato. E’ l’Ascoli, sotto gli occhi di Carletto Mazzone che domani festeggerà i suoi 80 anni, a conquistare il successo in rimonta sui granata costretti a giocare tutta la ripresa in dieci per l’espulsione contestabile di Iori a due minuti dalla fine della prima frazione di gioco.

Come detto, succede tutto nel secondo tempo: bastano 6 minuti per registrare  il vantaggio del Cittadella su un rigore per un fallo di mano di Almici, contestato dai bianconeri.  Litteri va sul dischetto e segna. Due volte perché il signor Aureliano fa ripetere per la presenza di giocatori granata in area. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e il pari arriva al 20′ con Gigliotti che infila di testa. L’Ascoli incrementa la manovra, grazie anche alla spinta del  nuovo entrato Orsolini e per due volte Alfonso compie il miracolo respingendo al 30′ un colpo di testa e al 37′ un tiro dal limite. Ma il numero 1 granata non può al 41′ quando proprio Orsolini lo supera con il colpo di  testa che segna il definitivo 2-1 in favore dell’Ascoli.

Condividi.