Pedibus: i bambini di Pozzetto vanno a scuola a piedi

0

CITTADELLA – È attivo ormai da un mese il servizio di mobilità sostenibile Pedibus, un modo innovativo e divertente di raggiungere le aule a piedi. Il progetto coinvolge circa quaranta bambini della scuola primaria di Pozzetto e quindici genitori, che si sono offerti di accompagnare ogni mattina i piccoli studenti. Il percorso inizia alle 7.30 e si dirama su due linee, quella rossa e quella blu, fino a ragiungere l’istituto alle 8.00, orario di inizio delle lezioni.
L’inaugurazione del primo tragitto è avvenuta lunedì 20 marzo alla presenza del sindaco Luca Pierobon e dell’Assessore Marina Beltrame.

“Andare a scuola a piedi in compagnia è una cosa sana e importante”, si legge nel sito dell’Associazione Pedibus. “Fa bene al fisico e alla mente del bambino, lo aiuta a crescere in armonia e lo sostiene negli anni a venire”. Ecco perché l’iniziativa rientra nella programmazione sulla mobilità voluta dal Comune e dall’Ulss per coinvolgere adulti e bambini ad una maggiore attività fisica. L’obiettivo finale del progetto è l’estensione del Pedibus a tutte le scuole di Cittadella.

La modalità di funzionamento del Pedibus è molto semplice. I bambini sono è i passeggeri di una lunga fila indiana e indossano un giubbotto catarifrangente, indispensabile per muoversi in tutta sicurezza. In caso di pioggia, invece, i bambini sono tenuti ad indossare una mantellina giallo fosforescente. Ciascuno attende l’arrivo del Pedibus alla fermata a lui più comoda e, nel procedere, si tiene ben stretto ad una fune. Un adulto “autista” guida la cordata, mentre alcuni controllori sorvegliano i bambini lungo il tragitto e chiudono la fila. I percorsi, le fermate e i rispettivi orari sono stabiliti in via preventiva grazie alla disponibilità degli adulti volontari.

“L’iniziativa Pedibus, l’autobus a piedi, rappresenta una grande opportunità di salute per i bambini”, spiega Anna Pupo, coordinatrice del gruppo “Guadagnare Salute” dell’Ulss 15. “È un’ottima occasione per camminare in compagnia di altri bambini, tutti i giorni, due volte al giorno. Il problema della sedentarietà e della mancanza di esercizio fisico nella popolazione infantile, che accompagna spesso obesità o sovrappeso, è di grande rilevanza, visto il gran numero di bambini coinvolti”.

A cura di Paola Martina Regiani

Condividi.