Emozioni a San Martino di Lupari! Mary Sbrissa saluta il basket giallonero

0

Quarantatre secondi al termine di Fila-Famila: Mary Sbrissa esce dal campo e conclude la sua lunga e gloriosa carriera da giocatrice smettendo per l’ultima volta i colori gialloneri. La serata va raccontata partendo da qui, dalla fine, da quel lungo e bellissimo applauso che tutto il pubblico in piedi le regala mentre lascia il parquet. E il racconto, carico di significato, è quello riportato sui canali ufficiali della pagina giallonera delle Lupe. Che ripartono, con entusiasmo, senza però più il loro storico capitano in campo:

«Per me le Lupebasket sono state uno stile di vita» dirà Mary a fine gara, nel suo bellissimo discorso di commiato, dopo gli omaggi tributatile da società e avversarie. Su tutti una sentita cerimonia di ritiro della maglia: nessun’altra giocatrice vestirà più il numero 18 del Fila. E poi c’è stato naturalmente il passaggio di consegne con il nuovo capitano, Angela Gianolla, e il vice Monica Tonello, prima degli infiniti sorrisi per i tifosi in coda per una foto o un autografo.

Ma c’è anche una partita da raccontare, e si tratta di una sfida sentita e giocata con grande impegno dalle due formazioni.
C’è il clima e il pubblico delle grandi occasioni al PalaLupe, nonostante si tratti solo di un’amichevole. Sin dalla presentazione il primo bel colpo d’occhio è offerto dalle divise celebrative della formazione giallonera, tutte col numero 18 e il nome “Sbrissa” sulla schiena.

È subito una partenza forte quella del Fila, autore di un fulmineo 4-0 con due furti di Bailey. Poi però entra in partita anche Schio, abile a rispondere con un break di 12-0. A sbloccare l’attacco di casa è il primo canestro di Mahoney al PalaLupe dopo più di otto mesi, e con la tripla di Bailey in chiusura di frazione si va alla prima pausa sul 15-19.

Anche nel secondo periodo si gioca sui binari dell’equilibrio, almeno fino al nuovo break di 13-0 da parte delle ospiti, brave a rimbalzo e precise nel tiro da fuori (21-39 al 17′).
Bailey è già in forma campionato (18 punti) e prova comunque a tenere a contatto le sue, capaci di rientrare sul 38-44 con il gioco da tre punti di Filippi (25′).

Schio continua a tirare benissimo da fuori (12/22 alla fine), ma San Martino non molla. Poi a 6’12” dalla fine del match dalla panchina si alza il capitano, ed è subito ovazione. Da lì alla sirena conclusiva saranno solo cori in suo onore, fino alla già citata uscita a pochi secondi dal termine. La gara rimane comunque vera al cento percento, e Mary trova anche il modo di andare a segno servita da Bailey, per il 56-65 del 37′. Nel finale le Lupe si riavvicinano ancora, ma non abbastanza per riuscire a sperare nel sorpasso.

Finirà 63-67, e poi spazio alla festa e alle giuste celebrazioni per un simbolo del basket sanmartinaro. Presto su www.facebook.com/lupebasket la fotogallery completa della serata.

Fila San Martino – Famila Wuber Schio  63-67 

BASKET SAN MARTINO: Oroszova 11, Mahoney 8, Filippi 9, Tonello, Amabiglia, Fietta 2, Fassina 7, Bailey 18, Keys 4, Beraldo, Gianolla 2, Milani ne, Sbrissa 2, Baldi ne. All. Abignente.
PALLACANESTRO SCHIO: Yacoubou 6, Manzini, Miyem 4, Tagliamento 18, Anderson 11, Masciadri 3, Lisec 9, Vaidanis ne, Ress, Dotto 4, Macchi 12. All. Vincent.
ARBITRI: Castello e D’Avanzo.
PARZIALI: 15-19, 24-39, 45-56.

Condividi.