I progetti di Chiara Favaro: “Sto già pensando ad un nuovo corso per bambini e cuccioli”

0

Giovedì 19 ottobre è terminata la prima edizione del “Percorso Educativo cane-bambino” che l’educatrice CSEN Chiara Favaro ha pensato per i più piccoli presso il suo centro “Al Chiaro di Luna” a Fontaniva. Il corso infatti era dedicato ai bambini dai 6 ai 12 anni e ai loro cuccioli. Per la prima volta, animali e padroncini si sono cimentati in attività come conduzione al guinzaglio, richiamo, socializzazione, “seduto” e “terra”.

Il corso è partito il 7 settembre e ha visto coinvolti i bambini e i loro amici a quattro zampe per dieci incontri di circa un’ora, più uno conclusivo regalato alle famiglie dall’educatrice Chiara Favaro, entusiasta dell’iniziativa. Il 10 settembre, scriveva sul suo profilo Facebook: “ Penso a quanto mi piace il corso bimbi, a quanto vorrei che tanti genitori fossero più aperti nei confronti dei loro figli, facendo provare loro altre attività. Pian piano riusciremo in tutto. Mi piace e sto già pensando di avviare altri di questi corsi”.

Gli iscritti al corso sono stati sei e si sono presentati a lezione sempre accompagnati dai loro genitori. “Far loro da guida in questo percorso è stata una super responsabilità”, racconta Chiara Favaro. “Li ho aiutati a non perdere mai la pazienza e a conoscere meglio i loro compagni a quattro zampe. Grazie ai bimbi, ai loro cagnolini e, soprattutto, ai genitori che credono in questa attività!”.

Per i bambini è stata un’esperienza indimenticabile, come racconta Sofia Novelletto, sei anni, che ha partecipato al corso con la sua welsh terrier Masha, di quasi tre anni, senza saltare nemmeno un incontro. “Sono andata al corso perché adoro i cani, Chiara è una maestra bravissima e ci ha fatto fare tanti esercizi insieme”, racconta. “Ma il mio preferito era il tubo: ci lasciavo Masha dentro con il guinzaglio e, quando la chiamavo, lei correva da me”.

Alla fine del ciclo, tutti i bambini hanno ricevuto un attestato di “Piccolo Conduttore Cinofilo”.

A cura di Paola Martina Regiani

Condividi.