La Luparense a Gyor a caccia di gloria europea

0

La Luparense è pronta per la seconda tappa della Uefa Futsal Cup, dopo l’esperienza da incorniciare del Main Round. Partiti ieri mattina da Venezia e atterrati a Vienna, i giocatori e tutto lo staff si sono mossi all’incirca verso mezzogiorno alla volta di Győr (sesta città in Ungheria per grandezza, bagnata dal Danubio e a metà strada tra Budapeste Vienna, importante viatico di commercio e comunicazione) dove questa sera si alzerà il sipario sull’Elite Round.

Rosa al completo per David Marin che ha, finalmente, a disposizione Victor Mello, di fatto, nuovo acquisto per il torneo internazionale che vedrà la squadra di San Martino di Lupari affrontare i padroni di casa dell’Eto Győr, i bielorussi dello Stalitsa Minsk e gli ucraini del Kherson, all’interno del Gruppo C.

Il presidente Stefano Zarattini predica prudenza, ma sa che la squadra ha una nuova convinzione dopo il torneo di ottobre alla Kioene Arena concluso con il pareggio spettacolare e beffardo contro il Barcellona. Sono partite che aiutano a diventare “grandi”:

«Anche se possiamo essere favoriti dal ranking non possiamo permetterci di sottovalutare gli avversari. Durante il Main Round, però, soprattutto dopo il match contro i blaugrana ho detto ai ragazzi di guardarsi negli occhi per rendersi consapevoli di quello che hanno fato, di quello che hanno costruito, dei nostri mezzi e di quello che possiamo ancora fare. Il nostro girone è equilibrato: ognuno di noi ha il 25% di passare. Per noi dipenderà soprattutto dalla prima giornata contro il Kherson, vincendo questa possiamo pensare a qualcosa di grande. Bisogna essere prudenti, ma anche fiduciosi: se giochiamo come il secondo tempo contro il Napoli o come durante il Main Round possiamo ritagliarci soddisfazioni. Questa è la strada e in fondo alla via possiamo decidere solo noi che bivio prendere: se continuare o tornare a casa»

Le due sconfitte in campionato non hanno scalfito l’umore della squadra e lasciato scorie in Ungheria e se il capitano Honorio garantisce impegno e concentrazione massima a nome suo e di tutta la Luparense, coach David Marin tranquillizza tutti:

«Dobbiamo ricordare che quando abbiamo disputato il Main Round venivamo da un periodo non proprio positivo con una sconfitta e un pareggio, entrambe in trasferta. Ci sta perché cerchiamo di dare il massimo in ogni competizione e la Uefa Futsal Cup è un torneo differente con uno scenario diverso. I ragazzi hanno la giusta esperienza per scindere le gare e queste due sconfitte non influenzeranno in nostro gioco anzi troveremo più energie».

(In collaborazione con l’Ufficio Stampa della Luparense)

Condividi.