Il Cittadella hockey riposa e affina gli schemi in attesa del Verona

0

Secondo turno di Coppa Italia e nuovo riposo per il Cittadella Hockey, già qualificato per la fase finale. L’occasione buona per mister Pierobon per provare nuovi schermi, rodare quelli conosciuti e affinare l’amalgama  in vista delle prossime sfide di campionato. «Ad essere sinceri questo campionato spezzatino non ci aiuta  – precisa il tecnico cittadellese – per trovare il nostro gioco avremmo bisogno di continuità e invece le pause finiscono per penalizzarci un po’. Ma volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, proviamo ad approfittare di questo nuovo stop per analizzare meglio le partite già giocate e quelle dei nostri avversari e per curare qualche dettaglio che finora, magari, abbiamo un po’ trascurato».

Fare di necessità virtù, lo sa bene Mauro Pierobon, costretto ad affrontare questa prima fase di stagione con una formazione sempre rimaneggiata, aspettando di poter recuperare Gianluca Tommasello, ancora in attesa dell’ok medico per rientrare in pista.

E allora, in attesa della sfida con Verona, in casa Cittadella si guarda al futuro rappresentato da quell’Under 18 già protagonista del primo raggruppamento di stagione.  Raggruppamento iniziato, a dire il vero, non nel migliore dei modi contro l’Empoli: i granata sono usciti sconfitti di misura (3-4) a causa di pesantissime “sviste arbitrali” che  hanno fortemente condizionato la partita. I ragazzi hanno tentato in ogni modo di recuperare il match, provando anche a togliere il portiere, senza però agguantare il pari. Tutta un altra storia, invece, nella seconda gara contro Legnaro:  in svantaggio 1-0, l’Under 18 cittadellese ha mantenuto la calma,  controllando bene il gioco, fino a rimontare e vincere 3-1 e dare prova di essere squadra di carattere.

Condividi.