Serie A a riposo, al via i campionati giovanili!

0

Ferma la massima serie, dopo l’assegnazione della Coppa FISR che ha visto il Cittadella Hockey inchinarsi nuovamente al Milano Quanta,  la copertina di settimana spetta, dunque, alle giovanili granata. Nel fine settimana, infatti, è scattata anche per loro la nuova stagione di sfide: domenica è scesa in campo l’Under 18 impegnata nel primo raggruppamento di campionato a Padova contro i padroni di casa e Novi Ligure. Per le altre formazioni Under, invece, si tratta di attendere un’altra settimana. Giusto il tempo, per molti, di recuperare le energie spese la scorsa settimana al Trofeo delle Regioni “Sergio Stella” che si è disputato a Forlì.

Ancora una volta il Trofeo è stato conquistato dal Veneto che ha ottenuto la vittoria nell’Under 14 e nell’Under 16 ( a completare i podi sono state le rappresentative del Piemonte, seconde in entrambe le categorie, e le rappresentative del Lazio, terze in entrambe le categorie). A vestire la maglia del Veneto anche quattro giocatori del Cittadella: Andrea Pierobon che ha difeso i colori regionali con la formazione dell’Under 14 e tra gli Under 16: Victoria Zecchin Ferrara, Tommaso Torni ed Edoardo Pontarolo.

Intanto la prima squadra ha ripreso gli allenamenti in vista della prossima sfida di campionato, sabato 11, in casa contro i Diavoli Vicenza, formazione sconfitta di misura, 1-0, nella semifinale di Coppa Fisr. “Uno strano risultato per uno sport come il nostro – ammette Mauro Pierobon – ma il match è stato davvero equilibrato. Loro si sono presentati a Forlì al completo, a noi invece mancava tutta la nostra terza linea e un uomo chiave come Tommasello”. In campionato, dunque, potrebbe essere tutta un’altra cosa anche se, ammette il tecnico granata “Vicenza quest’anno ha costruito un’ottima squadra, con l’inserimento di 4 giocatori sloveni di valore. Sono convinto che lotteranno per piazzarsi nella zona alta della classifica e potrebbero essere una delle squadre capaci di metterci i bastoni tra le ruote nella corsa alla finale”.
Interrogato, poi, sul valore di Milano, coach Pierobon fa sapere: “Milano è sempre una grande squadra, quella da battere anche quest’anno. Se sia davvero irraggiungibile però non possiamo ancora dirlo. Noi non abbiamo avuto ancora modo di testare tutte le potenzialità del nostro gruppo. Di certo la scorsa domenica abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità, considerate le assenze. Ma da qui alla fine del campionato, tante cose potrebbero cambiare. Noi continuiamo a lavorare sodo, poi ancora una volta la pista a scrivere i verdetti”.

Condividi.