Cittadella beffato al 92’: l’Avvellino agguanta il pari

0

Il Cittadella domina, centra due legni, gioca quasi un tempo in superiorità numerica e fallisce un rigore al 90’  ma alla fine rimedia solo un punto nella sfida casalinga con l’Avellino, che agguanta il pari a tempo scaduto. Ha il profumo della beffa, quanto accaduto al Tombolato con i granata i vantaggio dopo appena 7 minuti con  Chiaretti che  ribadisce in rete dopo un miracolo di Radu su diagonale di Kouamé. Al 38′  arriva, nella prima vera azione ospite arriva il pareggio dell’Avellino: di Tacchio mette in mezzo sugli sviluppi di una punizione, la difesa granata spazza corto e il destro di Laverone dal limite dell’area si infila sul secondo palo. Al ritorno in campo dopo la pausa, bastano appena 8 minuti e l’Avellino si ritrova in dieci: Suagher entra duro su Chiaretti e sulla reazione lo colpisce con un pugno. Padroni di casa di nuovo in vantaggio al 32’ con Iori che dal dischetto supera Radu, responsabile dell’atterramento in area di Kouamè.   A tempo ormai scaduto gli uomini di Venturato hanno anche l’opportunità di allungare ma Litteri si fa parare un rigore e allora, per la legge del contrappasso, ecco che un minuto dopo, al 49’  Lavarone centra la porta dalla distanza e regala un punto ormai insperato ai campani. Finisce 1-1. Per l’ennesima volta i granata raccolgono molto meno di quanto seminato.

Condividi.