Pari beffa con l’Empoli, il Cittadella cerca il riscatto contro la Virtus Entella

0

Dopo il pareggio per 1-1 contro la capolista Empoli, con i goal di Kouamè e Bennacer, il Cittadella cerca subito il riscatto nella sfida di domani sera a Chiavari, contro la Virtus Entella.

Virtus Entella – Cittadella è l’appuntamento della 28ª giornata di Serie B in programma domani alle ore 20.30 allo Stadio Comunale di Chiavari.

Questa mattina la rifinitura, rientrano Varnier e Salvi dalla squalifica, non ci saranno invece Chiaretti, che ha subito un colpo al quadricipite nella gara di sabato, e Lora.

Sono partiti in 21 per il ritiro ligure:

PORTIERI:
1 Alfonso
12 Paleari

DIFENSORI:
2 Salvi
3 Benedetti
6 Scaglia
13 Varnier
14 Pezzi
15 Caccin
19 Pelagatti
24 Adorni

CENTROCAMPISTI:
4
 Iori
7 Schenetti
16 Bartolomei
20 Pasa
25 Maniero
27 Settembrini

ATTACCANTI:
11
 Kouame
17 Strizzolo
18 Arrighini
26 Fasolo
29 Vido

Alcune parole di mister Venturato prima della partenza:

Sabato una partita combattuta contro una squadra forte che abbiamo messo in difficoltà, dispiace per il risultato avendo avuto le occasioni del 2 a 0. Va detto che l’Empoli in 3 occasione ha sfiorato il pari, 2 grandi parate di Paleari ed il palo. Ci sta di concedere qualcosa ad una squadra forte ma ci prendiamo questa grande prestazione, sia nello stare in campo che nel fare la gara per lunghi tratti. Nella parte finale ci hanno messo in difficoltà e qui dobbiamo migliorare”.

Rimane la soddisfazione per quello di importante che stiamo facendo in questo campionato, consapevoli che la parte difficile arriva ora. Le partite contano tantissimo, ogni gara è una battaglia dove ognuno ha obbiettivi da raggiungere. La testa sarà fondamentale, concentrata sul da farsi e non su quello che è stato. Concentrazione massima sull’Entella, squadra di valore che da tre gare non subisce gol, con una rosa di qualità ed un impianto di gioco attento. Domani aumentato ulteriormente le difficoltà: serale, freddo, campo in sintetico”.

“Il 4 a 1 della scorsa stagione ci da consapevolezza che è un campo difficile. Chi va deve essere bravo e concentrato ad adattarsi; niente alibi, dobbiamo essere bravi noi e saper vivere la partita“.

Condividi.