Citta fermato due volte dal Brescia! I playoff ora sono comunque matematica certezza!

0

Finisce 2-2 la sfida tra Cittadella e Brescia. Nel primo tempo Spalek risponde a Schenetti. Nella ripresa dopo qualche pericolo scampato è Kouame a far gridare al gol ma la palla colpisce il palo. Bartolomei appena entrato la piazza all’angolo da dentro l’area ma Tonali risponde nuovamente al vantaggio granata. Al Tombolato finisce in parità!

Il tabellino della gara:

CITTADELLA – BRESCIA 2 – 2
Marcatori: 39’ pt Schenetti, 40’ pt Spalek, 30’ st Bartolomei, 33’ st Tonali.

CITTADELLA: Alfonso; Salvi, Scaglia (22’ pt Adorni), Varnier, Benedetti; Settembrini, Iori (C), Lora (10’ st Bartolomei); Schenetti; Vido, Kouame (23’ st Strizzolo).
A DISPOSIZIONE: Paleari, Chiaretti, Pezzi, Arrighini, Pelgatti, Maniero, Fasolo.
ALLENATORE: Roberto Venturato.

BRESCIA: Minelli, Torregrossa, Coppolaro, Lancini, Ndoj, Bisoli (16’ st Okwonkwo), Spalek, Furlan (35’ st Dall’Oglio), Longhi, Tonali, Gastaldello (C) (24’ st Somma).
A DISPOSIZIONE: Pelagotti, Martinelli, Embalo, Curcio, Cancellotti.
ALLENATORE: Ivo Pulga.

Arbitro: Illuzzi di Molfetta.
Assistenti: Pagnotta di Nocera inferiore e Formato di Benevento.
IV Uomo: Amabile di Vicenza.

NOTE:
Ammoniti: Longhi, Iori, Ndoj, Settembrini.
Espulsi: nessuno.
Angoli: 6 – 3
Recupero: 4’ – 5’
Spettatori: 4.128

Dopo la gara pareggiata sabato scorso contro il Brescia i granata, per il secondo anno consecutivo e con 2 giornate di anticipo, sono certi di giocare i play-off per la Serie A.
Bisognerà attendere però le ultime 2 gare per la griglia di partenza.

Di seguito tutto quello che c’è da sapere sugli spareggi promozione.

Il regolamento dei play-off, modificato lo scorso luglio, prevede che da quest’anno la 3ª classificata al termine della stagione regolare venga promossa direttamente solo se il distacco dalla 4ª superi i 14 punti. In caso contrario il numero di squadre partecipanti alla fase finale è 6, dal 3° all’8° posto, indipendentemente dalla differenza di punti in classifica.

Nessun cambiamento invece per i play-out: la quartultima classificata è retrocessa direttamente se il distacco dalla quintultima supera i quattro punti.

PLAY-OFF
Turno preliminare (gara unica):
Sabato 26 maggio 2018 – ore 18.00 (6ª vs 7ª)
Domenica 27 maggio 2018 – ore 20.30 (5ª vs 8ª)

Semifinali (andata e ritorno):
Martedì 29 maggio 2018 – ore 20.30 (6ª o 7ª vs 3ª)
Mercoledì 30 maggio 2018 – ore 20.30 (5ª o 8ª vs 4ª)
Sabato 2 giugno 2018 – 20.30 (3ª vs 6ª o 7ª)
Domenica 3 giugno 2018 – ore 20.30 (4ª vs 5ª o 8ª)

Finale (andata e ritorno):
Giovedì 7 giugno 2018 – ore 20.30
Domenica 10 giugno 2018 – ore 20.30

Cosa dice il regolamento della Figc circa la disputa dei playoff della Serie B ConTe.it.

Vediamolo punto per punto premettendo i criteri di arrivo in caso di classifica avulsa:

a)      Punti conseguiti negli scontri diretti
b)      Differenza tra reti segnate e subite negli scontri diretti
c)       Differenza reti dell’intero campionato
d)      Maggior numero di reti segnate nell’intero campionato
e)      Sorteggio

PLAYOFF

Turno preliminare
La gara è di solo andata fra la 6ª e la 7ª e fra la 5ª e l’8ª e prevede, in caso di parità dopo 90 minuti, la disputa dei tempi supplementari. In caso di ulteriore parità non si disputano i calci di rigore ma vince la squadra meglio classificata.

Semifinali
La 3ª classificata gioca una gara di andata e ritorno, quest’ultima in casa, contro la vincente fra la 6ª e la 7ª. Idem fra la 4ª e la vincente fra la 5ª e l’8ª. In caso di parità di punteggio dopo 180’ si tiene conto della differenza reti nelle due partite, in caso di ulteriore parità si qualifica per la finale la squadra meglio posizionata in classifica (non si disputano quindi i tempi supplementari).

Finale
Le vincenti delle semifinali disputano gare di andata e ritorno, quest’ultima in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parità di punteggio dopo 180’ si tiene conto della differenza reti nelle due partite, in caso di ulteriore parità viene considerata vincente la squadra meglio posizionata in classifica al termine del campionato. Solo nel caso in cui le due squadre avessero terminato il campionato con lo stesso punteggio in classifica la gara di ritorno prevede anche i tempi supplementari ed eventualmente i calci di rigore.

Condividi.