Pioggia di premi per AS Cittadella e Lupebasket

0

Lunedì mattina al Teatro comunale di Vicenza le premiazioni della 18ª edizione del “Galà del Calcio Triveneto”.

Roberto Venturato ha ricevuto il premio come miglior allenatore di tutte le squadre professionistiche del Triveneto per la stagione 2017/18. Molto orgoglioso del prestigioso riconoscimento il mister granata ha ricevuto il premio dalle mani di Sergio Campana, Presidente onorario dell’ A.I.C..

Il Presidente Andrea Gabrielli ha invece ritirato il riconoscimento andato a Marco Varnier, miglior giocatore del Cittadella per la passata stagione, dalle mani del Presidente A.I.C. Damiano Tommasi. Premiato anche Federico Proia. Il centrocampista, ora granata, è stato premiato come miglior effettivo del Bassano Virtus 2017/18.

L’ITALIAN SPORT AWARDS®/OSCAR DELLO SPORT®/CALCIO®, evento, ideato e prodotto dal Giornalista Donato Alfani, giunto alla sua 8° edizione, con il patrocinio del CONI, FIGC, LEGHE, è concepito con l’intento di omaggiare gli sportivi e calciatori italiani che si sono contraddistinti durante l’anno nelle rispettive categorie sportive nazionali di appartenenza. Un evento che ha premiato il direttore generale del Cittadella Stefano Marchetti come miglior dirigente sportivo della passata stagione!

Premi anche per le Lupebasket giallonere. Grandi soddisfazioni nel prestigioso Premio Reverberi. Agli Oscar del Basket, assegnati ogni anno a Quattro Castella (Reggio Emilia) sin dal 1985, la Società Lupebasket è stata insignita del Premio Speciale FIP, con il quale ogni anno la Federazione onora un personaggio o una realtà particolarmente meritevole della pallacanestro italiana.

Non solo, Martina Fassina si è aggiudicata il Premio Reverberi come migliore giocatrice italiana della stagione 2017/18, disputata proprio con la maglia del Fila San Martino. Una grande soddisfazione per lei e anche per la nostra società, nella quale Martina è cresciuta, prima di trasferirsi la scorsa estate alle campionesse d’Italia del Famila Schio. Fassina succede a Chiara Consolini, e in passato si sono aggiudicate questo premio anche giocatrici come Francesca Dotto (anche lei cresciuta nel vivaio giallonero), Cecilia Zandalasini, Giorgia Sottana, Laura Macchi, Raffaella Masciadri, Simona Ballardini e tante altre che hanno fatto la storia del basket femminile.

Il Premio Reverberi, istituito alla memoria dell’arbitro Pietro Reverberi, viene assegnato annualmente dal comune di Quattro Castella in collaborazione con la FIP e la Lega Basket. Tanti grandi personaggi dell’elite del basket italiano maschile e femminile sono stati premiati in passato, e importantissimi anche i nomi a cui sono andati i riconoscimenti di quest’anno: il play di Avellino e della Nazionale Ariel Filloy ha vinto come miglior giocatore, mentre al coach di Brescia Andrea Diana è stato assegnato il premio come miglior allenatore. Tra gli altri premiati Manuel Mazzoni (miglior arbitro italiano), Andrea Tosi (miglior giornalista), Egidio Bianchi (personaggio dell’anno), Bruno Cerella (premio “Basket&Solidarietà”), il presidente di Cremona Aldo Vanoli (premio “contributo al basket”), Nicolò Melli (premio speciale), Andrea Pecchia(miglior giovane della A2), Mariella Iotti (premio “Piccinini”).

La 33^ edizione di consegna dei premi si svolgerà lunedì 18 febbraio 2019, nella cornice della tenuta Venturini-Baldini di Quattro Castella, e sarà presente il “gotha” della pallacanestro italiana e internazionale.

Condividi.