Brusco risveglio in casa granata! Contro il Palermo l’occasione per ripartire!

0

Il giorno dopo la scoppola, è un po’come il risveglio dopo una serata di bagordi, in cui finisci ubriaco e durante la quale ci provi con tutte, ma nessuna ci sta. Un risveglio nel quale le emozioni sono contrastanti. Da una parte c’è la “devastazione” della sera precedente, finita come peggio non si potrebbe e con gli amici che ti portano a casa non essendo tu, in grado di guidare. Ma c’è anche la voglia di riscattarsi e di tornare a far festa, domenica, stavolta in maniera sana, comunque importante ma speranzosamente produttiva. Ecco il risveglio del Citta oggi; con la consapevolezza di non aver vissuto la migliore delle partite ieri sera ma con la capacità, anche, di capire che domenica il Palermo è la migliore occasione per dimostrare il valore granata. Lo scorso anno servì il ko per 5-1 contro la Ternana a rimettere in corsa il Cittadella, reduce anche dai ko contro Venezia e Spezia. La speranza è che il 4-0 del Bentegodi basti a risvegliare la truppa di Venturato e soprattutto chi, lì davanti, è finito nel mirino dei critici, tifosi ma anche quotidiani odierni. 

La Gazzetta sforna 6 a mani basse, rifilando un 5 a Cancellotti e Camigliano, un 5,5 ad Adorni e una sfilza di 6 anche in attacco, dimenticandosi di dare un voto a Panico. A Venturato destina invece un 5,5 mentre a Pazzini regala un 8. 

Decisamente meno benevoli i quotidiani del territorio. Strizzolo non va oltre il 4,5; Schenetti, Pasa, Ghiringhelli e Cancellotti si fermano al 5. Con il 5,5 chiudono il match Adorni, Camigliano e Panico mentre la sufficienza è riservata solo a Finotto, Branca, Malcore e Paleari. 

Situazione identica, anche se un tantino più ottimista a tratti, quella vista dal Gazzettino che a Pasa, Schenetti, Ghiringhelli e Strizzolo assegna un 5. 5,5 invece a Paleari, Cancellotti, Adorni, Camigliano, Maniero rifila un 5,5. A Branca dà addirittura 6,5 mentre il 6 è per Finotto e Panico.

Una buona colazione ora, una seduta di meditazione magari e poi via, con la testa al Palermo. Che ieri ne ha rifilate 3 all’Ascoli volando a +8 proprio dal Citta. Tutto è ancora aperto. Ma chiudere l’anno con una vittoria, al Tombolato, potrebbe dare quel qualcosina in più per tornare a sorridere. 

Condividi.