A Castelnuovo Scrivia il Fanola chiude sottotono!

0

Autosped Castelnuovo Scrivia – Fanola San Martino  56-44

CASTELNUOVO SCRIVIA: Canova 5, Repetto 5, Corradini ne, Martelliano, Ca. Colli, Serpellini 3, Falabrini 3, Cl. Colli 6, Bernetti, Salvini 16, Stoiedin, Pieropan 18. All. Maresca.
LUPE SAN MARTINO: Vettore 4, Beraldo 8, Peserico, Amabiglia 6, Nezaj, Boaretto 1, Crocetta, Milani 7, Rosignoli 7, Baldi 5, Pasa 6. All. Valentini.
ARBITRI: Di Franco di Bergamo e Lucotti di Binasco (MI).
PARZIALI: 15-13, 28-22, 44-32.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: Castelnuovo Scrivia 13/30, San Martino 11/44. Tiri da tre: Castelnuovo Scrivia 6/21, San Martino 4/15. Tiri liberi: Castelnuovo Scrivia 12/14, San Martino 10/15.

A Castelnuovo Scrivia, contro la quarta in classifica, il Fanola lotta fino all’ultimo ma non riesce a sovvertire il pronostico. Nonostante una prova generosa, le giallonere hanno dovuto cedere le armi a un’avversaria indubbiamente quotata, e trascinata dalla coppia Pieropan-Salvini, autrici di 34 punti in coppia a fronte dei 44 totali della squadra ospite.

Le giallonere provano subito a dare prova delle proprie intenzioni, portandosi sull’1-4 con Milani e Vettore dopo poche battute. Il primo vantaggio delle padrone di casa arriva al 5′ con Pieropan (7-6), ma con i 5 punti di Rosignoli dalla panchina le ospiti si presentano alla prima pausa pienamente in contatto, sul 15-13.

Nel secondo periodo Salvini prova a guidare le sue all’allungo: la tripla di Serpellini vale il 23-14 (13′). Il Fanola però non ha alcuna voglia di stare a guardare: Beraldo, Milani, Vettore e Baldi firmano il break di 8-0 che consente di tornare a -1, anche se poi due canestri di Salvini nell’ultimo minuto mandano le due squadre al riposo lungo sul 28-22.

Il copione rimane più o meno lo stesso nel terzo quarto, con Castelnuovo Scrivia che prova a scappare via (Pieropan trova subito il nuovo +10) e le ragazze di Valentini che cercano strenuamente di resistere, rosicchiando punti ogni volta che possono. Al 25′ con Beraldo le Lupe sono ancora a -5 (32-27), prima del nuovo parziale di 10-0 griffato dalle solite Pieropan e Salvini.

Le piemontesi iniziano l’ultima frazione con un solido 44-32, sebbene il Fanola continui a provarci senza mai risparmiarsi: Amabiglia e Baldi riportano per due volte lo scarto sotto la doppia cifra, ma al 40′ la tripla di Falabrini fissa il 56-44 che chiude il match.
Sabato prossimo le giallonere torneranno a giocare in casa, e il derby veneto con Marghera sarà quanto mai importante per la classifica di entrambe le formazioni.

Condividi.