Sara Zarpellon si racconta: “In tv esperienza straordinaria e al Tombolato c’è grande passione”

0

Ogni lunedì sera su Telechiara, è lei da quest’anno il volto femminile della trasmissione sportiva Rigorosamente Cittadella. Parliamo di Sara Zarpellon, in studio ad affiancare Johnny Lazzarotto Diego Zilio per un’avventura che l’ha proiettata sul piccolo schermo.

Sara, è la tua prima esperienza televisiva? Come sei approdata in questo mondo?

Si è la prima esperienza televisiva, sono arrivata a Rigorosamente Cittadella vincendo la fascia di Miss Tva Vicenza in Villa cordellina a settembre! Era da tempo che mi auguravo di vincerla perché sapevo che avrei potuto avere un’occasione importante. Questo tipo di esperienza era da tempo nei miei sogni e sono felice di quello che sto facendo.

Giovane, bella e sorridente. Spigliata in tv, autoironica e intelligente. Caratteristiche che i telespettatori hanno oramai imparato ad apprezzare e a notare. Ma dicci qualcosa in più su di te…!

Sono una ragazza di 21 anni, mi reputo determinata ed esigente in primis con me stessa! Nella vita accosto alla trasmissione anche il lavoro in un locale della zona perchè mi piace stare a contatto con le persone e in continuo movimento! Tra le mie passioni rientrano i balli latino americani, ho praticato questo sport sin da bambina raggiungendo il titolo di campionessa regionale (come ha ribadito in diretta lunedì sera, durante la puntata del programma, ndr), poi per vari motivi ho dovuto abbandonare.

Ti abbiamo vista spesso al Tombolato. Cosa ti piace dell’atmosfera che si respira allo stadio?

Si, quando il Cittadella gioca in casa cerco di esserci sempre, sia per essere il più possibile informata e guardare la partita in diretta sia per l’atmosfera che si respira! Vedere che in una piazza come quella di Cittadella ci sono tanti tifosi appassionati pronti a sostenere la propria squadra nei momenti in cui si vince e anche in quelli magari meno positivi come quello che la squadra di mister Venturato sta attraversando ora fa sempre piacere!

Hai un tuo giocatore granata preferito?

Per quanto riguarda i giocatori, non ce n’è uno in particolare; diciamo che da quello che vedo io, sono tutti molto disponibili per la squadra e ognuno cerca di dare il meglio! Mi ha colpito molto l’umiltà di Diaw che tutti noi abbiamo conosciuto, la grinta del capitano Iori, la tenacia di Settembrini che di volta in volta cerca l’occasione per il gol, e ultimo ma non meno importante cito Paleari, che riesce sempre a farci tirare un sospiro di sollievo parando palloni impossibili grazie alla sua bravura.

Tanti ospiti, in queste settimane, a Rigorosamente Cittadella. Ce n’è qualcuno che ti è rimasto particolarmente impresso?

Tra gli ospiti che in queste settimane abbiamo avuto in studio, mi è rimasto a mente Massimiliano Sambugaro ex calciatore che si è fatto 400 km a piedi partendo da Romano d’Ezzelino per incontrare e conoscere il suo idolo Messi! Pazzesco, ma bellissimo. Anche questo è il bello di sport come il calcio. La passione è fondamentale.

E per il tuo futuro, professionale, cosa ti aspetti e che obiettivi ti poni?

Per il mio futuro mi auguro di poter crescere nell’ambiente televisivo anche se la strada è ancora lunga e c’è ancora molto da imparare! Ho la fortuna di lavorare con persone dalle quali posso solo prendere esempio e migliorare. È una realtà che mi stimola a cercare di dare sempre il meglio di me stessa, che mi ha fatto conoscere dal vivo quello che è il mondo del calcio e che spero mi darà modo di ampliare ancor di più le mie conoscenze..vorrei, quindi, continuare questo mio percorso.

Detto questo, ecco la domanda che molti telespettatori e tuoi sostenitori si fanno da tempo. Sara, ma tu sei fidanzata?

Ahahah, top secret…ma quando sarà il momento vi svelerò tutto!

E allora noi…aspettiamo sto momento 🙂 Grazie Sara, ci vediamo lunedì sera, noi saremo tutti incollati alla tv allora!

Condividi.