L’Italia al mondiale esalta il calcio in rosa! A Cittadella conferme importanti per le Lady Granata!

0

Cristiana Casarotto

Tutta Italia, grazie alla nazionale azzurra impegnata in questi giorni al mondiale, sta scoprendo il calcio femminile.

Ma a Cittadella, grazie alle Lady Granata, di questo sport si parla già da tempo. Ed è proprio la formazione che lo scorso anno ha chiuso al sesto posto la stagione, in un campionato di serie B decisamente impegnativo, che ha già iniziato a mettere le basi per la prossima stagione confermando già tre giocatrici, protagoniste un anno fa e pronte a vestire la casacca granata anche nel prossimo campionato.

Elisa Fasoli

Elisa Fasoli

Si tratta del capitano Cristiana Casarotto, del numero uno Ilaria Toniolo e di Elisa Fasoli. Proprio quest’ultima si è dichiarata entusiasta di proseguire in granata: “Ho deciso di restare a Cittadella anche nella prossima stagione perché credo in prima persona al progetto e alle ambizioni di tutta la società. Con la squadra mi sono trovata molto bene anche l’anno scorso, ho molte aspettative per questa nuova stagione e credo fermamente in un miglioramento e… perché no, in una posizione finale in classifica più avanzata rispetto a quella di quest’anno”

Ilaria Toniolo

Felice di restare a Cittadella anche Ilaria Toniolo: “Dopo che mi è stato presentato il progetto ho firmato ad occhi chiusi. Qui gli obbiettivi sono grandi e ambiziosi e sono orgogliosa di far parte di questa grande famiglia granata. Non vedo l’ora di iniziare la stagione, farò di tutto per dare il mio contributo sia in campo che fuori”.

E soddisfazione, ovviamente, è stata espressa anche dal capitano del Cittadella Cristiana Casarotto: “Ho deciso di rimanere a Cittadella perché il progetto illustrato dal nuovo staff è interessante. Ho voglia di giocare ancora ad alti livelli e credo che Cittadella sia il miglior ambiente in cui farlo. Ho fiducia nello staff tecnico e credo ci siano ampi margini di miglioramento sia personali che collettivi che possiamo raggiungere. Ci sono tutti i presupposti per far bene”.

Condividi.