Inizio da incubo per il Cittadella. Ma 14 anni fa si partì allo stesso modo e poi…!

0

Bisogna risalire al campionato 2005/2006 per trovare il Cittadella sconfitto per due volte consecutive nelle prime due sfide di campionato. Tra il 28 agosto 2005 e il 4 settembre dello stesso anno il Citta venne sconfitto 3-0 all’esordio dal Pavia in casa e 1-0 dal Novara. in Piemonte.

Era il campionato di Lega Pro con il Citta che in quell’occasione, dopo l’inizio da dimenticare, chiuse comunque sesto nel girone A dell’allora C1, archiviando la stagione con il raggiungimento degli ottavi di Coppa Italia. Era il Cittadella di Pierobon tra i pali, Stancanelli, Cozza, Milani in difesa, Carteri, Marchesan e Riberto a centrocampo, Ghirardello, Colussi e De Gasperi in attacco. In panchina sedeva Claudio Foscarini che dopo i primi due ko raddrizzò la squadra, facendola scalare costantemente la classifica, e arrivando alla prima vittoria in occasione della terza giornata, datata 11 settembre 2005, contro il Lumezzane. 

In quell’occasione, di fronte ad un Alessandro Matri che poi sarebbe diventato “qualcuno” nel mondo del calcio, il Cittadella al Tombolato vinse 2-0 grazie alle reti di Stefano Ghirardello e di Stefano Mazzocco. E da lì in poi scacciò il pericolo chiudendo in ottima posizione il campionato! 

Dopo le sconfitte contro Spezia e Benevento quindi, abbiamo cercato nella storia granata un qualcosa che potesse infondere fiducia. E l’abbiamo trovato. Preoccupazione limitata quindi, necessità di lavorare ma anche realismo. Le prime due giornate hanno riservato ben poche soddisfazioni ai colori granata, ma il campionato è tutto da scrivere e mister Venturato e i ragazzi hanno tutte le carte in regola per raddrizzare una stagione iniziata in maniera poco felice, ma con tutte le possibilità per tornare ad essere positiva. Già a partire dal 14 settembre nella sfida casalinga contro il Trapani

Condividi.