La strigliata di Venturato. Squadra alla ricerca della giusta quadratura!

0

Risuonano ancora nell’aria le parole di mister Venturato, pronunciate ieri a fine partita dopo la pesante scoppola subita dal Cittadella per mano dello Spezia. In sintesi, il condottiero granata non ha gradito l’atteggiamento dei suoi nel secondo tempo, chiedendo a tutti di darsi una svegliata e di entrare in campo, anche durante la settimana in allenamento, con un atteggiamento diverso.

Il calcio di Venturato è fatto di aggressività e movimento, capacità di attaccare gli avversari e dinamicità. Tutto il contrario di quello che si è visto nel secondo tempo di Cittadella-Spezia con i granata che, invece, nella prima frazione si erano ben comportati. Nei primi 45 minuti lo Spezia non ha visto la metà campo avversaria se non in un paio di sterili occasioni e i guanti di Paleari sono rimasti immacolati. 

Che cosa è successo, allora, nel secondo tempo? Tornando a ciò che ha detto il mister, e che sarà riproposto domani sera in occasione della prima puntata di Rigorosamente Cittadella su Telechiara, dalle 21 in diretta, è stato sbagliato l’atteggiamento con il quale il Citta è uscito dallo spogliatoio.

Formazione granata alle prese peraltro con alcuni aggiustamenti di formazione. Perchè alle spalle del tandem d’attacco Diaw-Panico, Gargiulo ha faticato a trovare la posizione e lo stesso Panico non sembra aver ancora interiorizzato i movimenti della prima punta. Nella ripresa qualche minuto è stato concesso a Celar e Vrioni, nomi che Venturato dovrà gestire nel migliore dei modi, trovando la giusta quadratura di una formazione che specie per centrocampo e attacco è molto cambiata. 

I prossimi giorni saranno decisivi anche per la vicenda Paleari, ma anche per capire se eventualmente le voci di mercato che coinvolgono Frare verso Napoli, Adorni verso Brescia e Drudi verso Pescara sono fondate oppure no. 

Chiudiamo con un numero che, se letto nel modo giusto può incoraggiare. Lo scorso anno all’esordio in campionato il Cittadella vinse 3-0 contro il Crotone; perdendo poi con lo stesso risultato la finale di ritorno dei playoff di serie B. Ecco, un ko per 3-0 alla prima giornata ha tutto il tempo per essere corretto e rimediato; con l’obiettivo di arrivare ad una nuova partita decisiva, a fine stagione, e stavolta vincerla 3-0. 

Condividi.