A2, debutto amaro per il Fanola contro Castelnuovo

0

Fanola San Martino – Autosped Castelnuovo Scrivia  55-58

LUPE SAN MARTINO: Guarise 3, Beraldo 12, Peserico, Amabiglia 13, Coccato, Nezaj, Giordano 4, Benato 5, Pasa 13, Antonello, Rosignoli, Toffolo 5. All. Valentini.
BASKET CASTELNUOVO SCRIVIA:
Repetto 5, Bracco ne, D’Angelo 3, Pavia 17, Ca. Colli, Serpellini, Cl. Colli 11, Bernetti, Bonvecchio 11, Albano 11. All. Pozzi.
ARBITRI:
Castellano di Legnano (MI) e Finazzi di Milano.
PARZIALI:
20-21, 29-32, 49-46.
NOTE:
Uscita per 5 falli: Pasa (40′). Tiri da due: San Martino 15/33, Castelnuovo Scrivia 15/32. Tiri da tre: San Martino 6/20, Castelnuovo Scrivia 4/15. Tiri liberi: San Martino 7/12, Castelnuovo Scrivia 16/28.

Il campionato di A2 inizia subito con un match emozionante a San Martino di Lupari. A vincere in volata è Castelnuovo Scrivia, ma il Fanola non sfigura affatto e fino all’ultimo crede nel colpaccio. Contro una formazione sulla carta sicuramente più esperta e quotata, alle giovanissime di coach Valentini è mancato il guizzo giusto nel finale, ma i segnali incoraggianti – così come i margini di miglioramento – ci sono tutti.

In avvio le Lupe si dimostrano subito ispirate da dietro l’arco: le triple di Pasa e Amabiglia, unite al bel taglio di Benato, valgono l’11-5 dopo 4′. È Bonvecchio a sbloccare le ospiti, e a guidare un 7-0 con cui arriva il sorpasso. Le squadre si rispondono colpo su colpo, ma a chiudere la prima frazione avanti di un’incollatura è Castelnuovo Scrivia, sul 20-21.

Nel secondo periodo calano ritmo e soprattutto percentuali, ma permane un grande equilibrio. Dopo il pareggio a quota 22 di Toffolo, il punteggio rimane così congelato per 4′. Sono ancora le triple di Beraldo e Pasa a rimettere in ritmo l’attacco del Fanola, anche se qualche palla persa di troppo permette alle ospiti di sfruttare al meglio l’ultimo possesso: la bomba di Repetto sulla sirena fissa il 29-32 di metà partita.

Il copione rimane lo stesso anche nel terzo quarto, nel quale non c’è mai un vantaggio superiore al singolo possesso. Il primo canestro in giallonero di Giordano e il 2+1 di Guarise consentono il controsorpasso (35-33 al 24′), e per un po’ le padrone di casa tengono il naso avanti. Ma sono di nuovo le troppe palle perse (saranno addirittura 34 alla fine) a costare caro, e a consentire a Pavia il contropiede del 40-42 (27′). La risposta è affidata ad Amabiglia, e poi i canestri di Beraldo (già in doppia cifra) e Toffolo permettono alle padrone di casa di presentarsi all’ultima pausa avanti 49-46.

Nella quarta frazione il pallone si fa più pesante. Albano e Colli trovano due triple in fila importantissime, che valgono il sorpasso sul 51-54. Castelnuovo sfrutta poi i secondi possessi per salire sul +5, ma a 79″ dalla fine Pasa realizza il 53-56. Sul possesso del possibile aggancio però alla stessa Pasa viene fischiato fallo in attacco, e per lei è il quinto. I liberi portano il risultato fino al 55-58, Toffolo ha il tempo per un’ultima preghiera che però non viene accolta: l’Autosped si porta a casa i due punti, il Fanola si tiene gli applausi dei propri sostenitori e gli incoraggianti segnali per il futuro.

Condividi.