Il punto sulla B nel fine settimana di sosta!

0

E’una serie B tutt’altro che scontata quella che si ferma per un fine settimana e assapora il relax del sabato e domenica libera. Weekend di sosta per il Cittadella (comunque in amichevole) che ha ritrovato la classifica che merita e attende con fiducia i recuperi di Gargiulo, Frare, De Marchi e Vrioni. In attacco i granata rischiano ora di ritrovarsi contati. Il recupero di Vrioni non sarà rapidissimo, complicato ancor di più a quanto sembra quello di De Marchi. La coperta non è cortissima lì davanti con Diaw, Celar, Luppi e Panico; c’è anche Rosafio rivisto in campo ma è chiaro che almeno uno tra Vrioni e De Marchi sarebbe stato utile. Ci sarà tempo, confidando che Diaw rimanga il Diaw visto fino ad ora e che Celar ingrani sempre più.

Sorride anche se a fatica il Benevento che si gode il primo posto in classifica e cerca di scacciare i ricordi dello scorso campionato. Sorride, e ne ha tutte le ragioni, il Crotone; squadra affidata ancora a Stroppa che dopo le fatiche dello scorso anno ha potuto lavorare su un gruppo solido e consolidato, plasmarlo e ottenere i risultati fin qui. Empoli e Salernitana hanno organici importanti e l’unico dubbio riguarda i rispettivi tecnici. Bucchi ha voglia di rivalsa, una voglia di rivalsa che potrebbe farlo sbandare. Ventura negli ultimi anni ha preso strade non particolarmente felici ed è alla ricerca di una rinnovata solidità.

Bene anche l’Ascoli, seppur con qualche grattacapo, e il Perugia. Alle loro spalle si è invece sgonfiato l’Entella. I liguri, partiti col botto, sembrano essersi involuti e la metà classifica pare adeguata. Pordenone in crescita e avversario da non sottovalutare, Chievo che sta emergendo a vista d’occhio mentre la Cremonese, cacciato Rastelli dopo il ko proprio contro il Cittadella, cerca di far quadrare i tanti soldi spesi nel mercato e la rosa da applausi ad una situazione di leadership ed equilibrio tutta da trovare.

Dietro, siamo pronti ai ribaltoni sulle panchine di Spezia e Livorno, uniche armi a nostro parere per permettere alle due squadre di provare a risalire la classifica. E il Cosenza, prossimo avversario del Cittadella, è squadra inguaiata e per questo temibile da affrontare!

Condividi.