Successo Lupe a San Martino! Palermo crolla!

0

Fila San Martino – Sicily By Car Palermo 78-66
 
BASKET SAN MARTINO:
 Dotto ne, Fietta 7 (2/5, 1/2), Filippi 3 (1/4 da tre), Tonello 12 (4/10 da tre), Peserico ne, Toffolo 1 (0/2 da tre), Giordano ne, Rosignoli ne, Bjorklund 29 (4/7, 5/6), Pasa 2 (1/2, 0/2), Sulciute 12 (2/3, 2/4), Ostarello 12 (6/9, 0/2). All. Abignente.
BASKET PALERMO: Russo 17 (5/9, 0/3), Manzotti 7 (2/4, 1/4), El Habbab 2 (1/1), Cupido 8 (4/7, 0/2), Flores Costa 9 (1/7, 1/1), Miccio 2 (1/1, 0/2), Verona 9 (2/4, 1/1), Casiglia ne, Caliò ne, Gatling 12 (6/11, 0/1). All. Coppa.
ARBITRI: Maschietto di Treviso, Nuara di Treviso e Pallaoro di Trento.
PARZIALI: 32-20, 51-33, 67-51.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 15/26, Palermo 22/44. Tiri da tre: San Martino 13/32, Palermo 3/14. Tiri liberi: San Martino 9/10, Palermo 13/15. Rimbalzi: San Martino 34 (Ostarello 11), Palermo 30 (Russo e Verona 7). Assist: San Martino 23 (Sulciute 8), Palermo 11 (Verona 6).

Il Fila supera Palermo tra le mura amiche, e coglie la quarta vittoria su quattro in campionato. Le Lupe incanalano la partita sui binari giusti grazie a un gran primo tempo. Poi nella ripresa resistono al tentativo di rientro delle siciliane – brave a non arrendersi mai – e portano a casa un altro successo, con cui riconfermarsi per un’altra settimana nel terzetto in vetta alla classifica.

1° QUARTO. I primi due punti sono di Palermo, con Russo dalla lunetta, ma dall’altra parte Bjorklund risponde subito con due bombe in fila. L’attacco giallonero si conferma ispiratissimo, soprattutto dalla lunga distanza, e al 4′ il vantaggio è già in doppia cifra sul 16-6. La Sicily By Car non si fa intimorire, e si affida al gioco sotto canestro di Gatling, brava a propiziare il 20-14. In campo c’è però una Bjorklund spaziale: saranno addirittura 21 punti con 5/5 da tre nel solo primo quarto per l’americana, e al 10′ San Martino ha già 32 punti a tabellone.

2° QUARTO. Si riparte nella stessa maniera, con due bombe di capitan Tonello per il 38-24 (13′). San Martino è a 8/12 da tre in questo momento, e i 5 punti consecutivi di Fietta (che chiuderà anche con 6 assist) aiutano a dilatare lo scarto, che al 17′ scollina oltre le venti lunghezze: 47-24 con un parziale di 12-0. Le ospiti si sbloccano prima dell’intervallo con Flores Costa, ma due bei canestri di Ostarello portano il risultato sul 51-33 di metà gara.

3° QUARTO. A iniziare meglio il secondo tempo è Palermo, con quattro canestri (intervallati solo dalla decima tripla giallonera, a firma Sulciute) che valgono il nuovo -13 sul 54-41 (24′). È proprio Sulciute – autrice alla fine di 12 punti, 8 rimbalzi e 8 assist – a rimettere in ritmo l’attacco di casa, in un terzo quarto in cui le due squadre si rispondono colpo su colpo. Per il Fila arrivano altre due triple di Tonello, che eguaglia il suo massimo in A1 con 12 punti, e all’ultima pausa il tabellone dice 67-51.

4° QUARTO. Dopo un terzo quarto tutto in panchina con tre falli a carico, Gatling inaugura le marcature dell’ultima frazione. Le ospiti vogliono crederci ancora, e con il 2+1 di Russo ritrovano il -11 sul 67-56. Verona farà poco dopo anche -7 (69-62), obbligando le Lupe – che nell’ultimo periodo perdono il feeling col canestro – a soffrire un po’ più del previsto nel finale. Ma il vantaggio rimane sempre di almeno tre possessi, e la tripla di Filippi del nuovo +10 a 100″ dalla sirena scaccia le paure. È Ostarello (altra doppia doppia da 12+11 per lei) a chiudere i conti, il Fila fa 4 su 4 e festeggia coi propri tifosi.

GLI ALTRI RISULTATI. Torino-Costa Masnaga 69-62, Ragusa-Geas 89-58, Lucca-Schio 61-71, Empoli-Bologna 77-66, Broni-Venezia 62-77, Vigarano-Battipaglia 77-66.
Classifica: San Martino, Venezia e Ragusa 8; Schio 6; Lucca, Broni, Geas, Vigarano e Empoli 4; Bologna, Torino e Palermo 2; Battipaglia e Costa Masnaga 0.

Condividi.