Gabrielli in tv, le novità su Moncini e sul nuovo stadio a Rigorosamente Cittadella

0

Calciomercato e questione stadio ma non solo. Ne ha parlato stasera Andrea Gabrielli, presidente del Cittadella ai microfoni di Telechiara. Il tutto all’interno di “Rigorosamente Cittadella, programma in onda ogni lunedì dalle 21. Sul calciomercato, ed in particolare su un possibile ritorno di Moncini a gennaio, Gabrielli ha risposto così: “Il gruppo è formato da ragazzi entusiasti che hanno voglia di far bene e di mettersi in mostra. So che Moncini potrebbe tornare in serie B ma saranno in tanti a volerlo. Avendo dimostrato con noi, lo scorso anno, il suo valore, avrà tante squadre disponibili in termini economici ad accaparrarselo e noi ovviamente guardiamo anche a questo aspetto.

Il Cittadella però ha una rosa di qualità. Ora i nostri attaccanti son rientrati quasi tutti dagli infortuni, un gruppo ampio e formato da bravi giocatori. Di certo non spingeremo noi a cambiamenti a gennaio visto che comunque la squadra e l’organico ci sono, l’equilibrio che si sta creando aiuta molto in senso positivo e sono queste le basi da cui poi, ci auguriamo, arriveranno anche i risultati.”

Il presidente Gabrielli ha poi parlato anche della questione stadio: “Realizzare o meno lo stadio non dipende dalla categoria perchè se uno aspetta la serie A per farlo, non lo fa. E’un intervento molto importante per le nostre disponibilità poichè si parla comunque ci cifre rilevanti. Il dialogo con il comune è aperto, ci sono tante questioni burocratiche e passaggi che ben conosciamo. La nostra volontà è quella di un intervento radicale, complessivo.

La decisione l’abbiamo presa. Stiamo lavorando sui numeri, il project financing dovrà avere un piano di sostenibilità finanziaria e ci sono tutte le prassi operativo-burocratiche che richiedono interventi e procedure specifiche. L’importante è arrivare a poter avere le concessioni edilizie entro maggio altrimenti perdiamo un anno. Faremo poi le cose a stralci perchè evidentemente non puoi fare tutto però se hai le licenze parti a giugno, sennò salti un altro anno.

E’un investimento che vorremmo fare per dare ancora più contenuto e solidità a questa realtà sportiva che, con questo intervento che vogliamo fare, assume un prestigio ancora più grande”. 

Condividi.