Stanco e Vita la insaccano! Il Citta vince con brividi finali!

0

Stanco e Vita. Sono loro i marcatori del 2-1 con il quale il Cittadella sbroglia la matassa Cosenza, vince per la prima volta nella sua storia al Marulla e conquista tre punti importantissimi per la classifica. 

Un successo importante maturato al termine di un primo tempo non bellissimo, cancellato però da una ripresa nella quale tutto il Citta si dà una scrollata eliminando le incertezze dei primi 45 minuti e mettendo in campo maggior grinta e determinazione. In goal Stanco e Vita, ancora una volta ottima la prestazione di Paleari e Proia. Sul finale Asencio mette i brividi ma i tre punti per il Citta arrivano.

Primo tempo aperto da una buona conclusione di Mora che esce di poco alla sinistra di Perina. Sul fronte opposto ci prova Sciaudone senza fortuna, con il Cosenza che poco dopo si ripropone ma anche in questo caso la sfera finisce sul fondo. Al minuto 19 è invece Branca a provare la conclusione dal limite ma il portiere del Cosenza non si fa impenserire. Broh alla mezz’ora prova a scuotere i padroni di casa ma la vera occasionissima capita sui piedi di Carretta che in contropiede si presenta di fronte a Paleari; il guantato granata abbassa la serranda e salva il pareggio con le squadre che vanno al riposo sullo zero a zero.

Nel secondo tempo il Citta riparte con maggior veemenza grazie a Diaw che ci prova da lontano, con Frare dal limite e con un centrocampo decisamente più aggressivo in apertura. L’episodio che sblocca il match si palesa al sesto della ripresa con il pallone rubato da Luppi e servito precisamente per Stanco. L’attaccante, a differenza di sabato contro la Cremonese, stoppa bene il pallone, dribbla e spedisce direttamente alle spalle di Perina per il goal del vantaggio. Il Cosenza prova a reagire e con Sciaudone va vicino al pareggio; Paleari però è ancora una volta sicuro sul primo palo e devia in angolo. Al minuto 62 doppio cambio per il Cosenza con Casasola e Asencio al posto degli evanescenti Baez e D’Orazio; ma è il Cittadella ad andare vicino al raddoppio con Luppi che di prima prova ad inventare un pallonetto dopo un’uscita avventata di Perina che, in extremis, si salva. Proia perde un pallone pericoloso con Sciaudone che non è Cristiano Ronaldo e in questo caso, per fortuna, si vede. A un quarto d’ora dal termine è ancora Proia che ci crede. Il pallone al centro per Vita è preciso e il centrocampista granata infila in rete il raddoppio. Il Cosenza però nel finale ci prova e ci riesce con Asencio per il 2-1. Ultimi tre minuti da brivido ma alla fine arriva la vittoria. E al triplice fischio sono i granata “in giallo stasera” a festeggiare.

LE PAGELLE: PROIA E PALEARI SICUREZZE. PRIMO SORRISO DI STANCO

Paleari: 7. Sicuro, come al solito. Nel primo tempo salva su Carretta e il suo intervento vale quanto un goal. Saracinesca anche nel secondo, Asencio a parte.

Mora: 6. Il migliore in difesa; si scrolla di dosso le indecisioni viste nelle partite precedenti e prova anche a farsi vedere davanti. 

Pavan: 6. Si disimpegna in maniera positiva in un ruolo non suo. E fa bene anche in fase di costruzione.

Frare: 6. Passaggio da brividi in orizzontale a Pavan nel primo tempo. Ha visto serate migliori ma dirige con sicurezza ed efficacia la difesa granata.

Benedetti: 6. Dopo un primo tempo di rodaggio, nella ripresa si avvicina ai suoi livelli standard offrendo qualità e volume di gioco. 

Vita: 7. Mobile e grintoso in fase di costruzione. Nella ripresa continua a lottare e segna il meritato goal del raddoppio. (Iori: 6. Dà tranquillità nel finale).

Branca: 6,5. Buon salvataggio difensivo nel primo tempo. Porta bene la fascia di capitano e dà la carica ai suoi.

Proia: 7. Si danna l’anima ovunque e comunque. E ha il merito di credere sul pallone offerto poi a Vita per il 2-0. (Bussaglia: 6. Prova anche ad andare al tiro).

Luppi: 6,5. Non precisissimo nel primo tempo. Nella ripresa è più determinante e serve un assist al bacio per il goal di Stanco.

Stanco: 6,5 Primo tempo senza sussulti e ancora con qualche timidezza di troppo. Nella ripresa trova il varco giusto e insacca. Goal che serve, per il Citta e per il morale. Voleva il goal, ora l’ha trovato. (Panico: sv).

Diaw: 6,5. Costretto al lavoro sporco, è una costante spina nel fianco della difesa cosentina. Ammonito, salterà purtroppo la sfida di sabato.

All. Venturato: 7. Dà fiducia a Stanco e il giocatore lo ripaga con un goal importantissimo. Nell’intervallo dice qualcosa ai suoi, e quel qualcosa trasforma il Cittadella che si scrolla di dosso le paure del primo tempo e vince con grinta.

IL TABELLINO

COSENZA – CITTADELLA 1 – 2
Marcatori: 
5′ st Stanco, 29’ st Vita, 45’ st Asencio

COSENZA: Perina; Capela, Schavi, Legittimo; Baez (18’ st Casasola), Broh, Bruccini (C), Sciaudone (34’ st Pierini), D’Orazio (18’ st Asencio); Machach, Carretta.
A DISPOSIZIONE: Saracco, Corsi, Lazaar, Idda, Bahlouli, Monaco, Bittante, Prezioso.
Allenatore: Giuseppe Pillon

CITTADELLA: Paleari; Mora, Pavan, Frare, Benedetti; Vita (38’ st Iori), Branca (C), Proia (33’ st Bussaglia); Luppi; Stanco (34’ st Panico), Diaw.
A DISPOSIZIONE: Maniero, D’Urso, Rizzo, Rosafio, Ventola, Rosa.
Allenatore: Roberto Venturato

ARBITRO: Antonio DI MARTINO (Teramo)
Assistenti: Muto (Torre Annunziata) e Vono (Soverato)
IV Uomo: Robilotta (Sala Consilina)

NOTE:
Ammoniti: Pavan, Baez, Schiavi, Diaw
Espulsi: nessuno.
Angoli: 7 – 5
Recupero: 1’ e 4’
Spettatori: 2.548

Condividi.