Venturato: “Troppi errori commessi, con l’Ascoli torniamo ad essere il Citta”

0

Roberto Venturato predica calma, concentrazione, e necessità di non commettere gli errori visti nelle ultime tre partite. Il tecnico granata lo fa nel corso della conferenza stampa odierna, alla vigilia della sfida di domani sera contro l’Ascoli:

“Quando si perdono tre partite come le abbiamo perse noi, per superficialità e per qualche errore di troppo in un momento importante della stagione non è facile poi riprendere il filo per andare a caccia del secondo posto diretto. Ma al termine del campionato mancano quattro partite e quindi dodici punti; i primi tre sono in palio nella sfida contro l’Ascoli ed è a questo che dobbiamo pensare ora. Non possiamo andare troppo avanti con la mente.

Nelle tre sconfitte con Pisa, Crotone e Salernitana abbiamo commesso gravi errori ma dobbiamo pensare a riprenderci. Fino alla sfida contro il Perugia eravamo la seconda miglior difesa del campionato; per tornare a vincere dobbiamo semplicemente tornare ad essere quel Cittadella. Guardando al microscopio le nostre prestazioni, siamo mancati nel collante che esiste tra la fase difensiva e quella di attacco. In difesa, giocando da Cittadella, siamo in grado di recuperare e gestire il pallone facendolo ripartire per andare ad offendere in avanti. In queste tre sconfitte invece siamo stati molto slegati tra le varie zone del campo e questo ha inciso”.

Buone notizie, nel frattempo, arrivano dal fronte infortuni: “Perticone è recuperato e Ghiringhelli da lunedì tornerà in gruppo. Se da qui alle prossime ore non ci saranno ulteriori intoppi, direi che la condizione generale è buona”.

Attesa per conoscere anche le condizioni di Davide Diaw, bomber super impiegato in questa ripresa di campionato: “Davide sta bene, ha un’ottima capacità di recupero e lui, così come buona parte di chi ha giocato lunedì ha mostrato un recupero più che buono. Ritrovata la forza fisica, dobbiamo scendere in campo con la necessaria tenacia mentale. Solo così, concentrati e determinati, riusciremo a far bene contro una squadra, l’Ascoli, ricca di giovani ma anche di giocatori esperti. Scamacca e Troiano, ma anche Padoin vincitore dello scudetto con la Juventus sono solo alcuni dei punti di forza dell’Ascoli.

Loro a inizio stagione erano partiti con grandi ambizioni. Hanno avuto dei problemi e sono saltati due allenatori; ecco, questi cambi in panchina hanno inevitabilmente responsabilizzato i giocatori che proprio in questo momento stanno dando il massimo e i risultati, in casa Ascoli, ora arrivano. Sarà una partita tosta, ma siamo pronti a giocarcela”.

Condividi.