Citta-Novara. Venturato ha scelto il portiere titolare!

0

Così Venturato in vista della sfida di domani contro il Novara. Sul fronte Paleari e Maniero ci sono novità?

“Io non ho mai avuto dubbi nè su Paleari nè su Maniero. So che ho a che fare con due uomini e due giocatori importanti per questo gruppo. Domani giocherà sicuramente Paleari e poi vedremo domenica in funzione di una scelta che in questo periodo valuterò”.

C’è pochissimo tempo per preparare la sfida con il Novara. Come sta la squadra e ci sarà turnover?

“Credo che dal punto di vista fisico abbiamo recuperato abbastanza bene. L’aspetto mentale e l’energia per preparare un’altra partita non sono ora semplici da ritrovare in così breve tempo. Abbiamo però una rosa ampia, con giocatori molto bravi tanto che anche domenica ho avuto dubbi fino alla fine sull’undici iniziale; quindi domani ci giocheremo la partita con una squadra competitiva e con la voglia di passare il turno”. 

Ottimo Cittadella a Cremona. Nel gioco delle coppie c’è un miglioramento notevolissimo a sinistra grazie a Donnarumma e Benedetti. E’voluto lo schema con l’attacco più costante a sinistra oppure no?

“L’idea è quella di avere sia a sinistra che a destra giocatori che in costruzione sappiano dare ampiezza e profondità da ambo le parti. L’obiettivo insomma è quello di attaccare da entrambe le parti; a sinistra magari lo facciamo di più, a destra in qualche momento non riusciamo a farlo ma comunque anche già a Cremona siamo riusciti in alcune occasioni a farlo anche su quel lato. Vita e Ghiringhelli con D’Urso hanno costruito bene anche sul lato destro. Dobbiamo essere bravi ad essere bravi a costruire azioni da entrambe le parti”. 

Rispetto alle attese, quanto le è piaciuto il Cittadella contro la Cremonese e dove invece ha notato che si può far meglio?

“Ci siamo dati tutti un bel segnale. Un segnale che ci deve dare consapevolezza delle nostre capacità. Un segnale di grande compattezza, di grande identità. Sappiamo quello che vogliamo fare e a Cremona siamo riusciti a farlo. Forse abbiamo concesso due situazioni nel primo tempo e una sul 2-0 che una squadra come noi deve essere capace a non concedere; avremmo potuto insomma evitarle. C’è stata qualche sbavatura, ma siamo all’inizio della stagione e la convinzione e la voglia di aiutarci tra di noi sono stati gli aspetti che mi hanno dato più fiducia”. 

Condividi.