Con Mattia Cattapan e Bi-Karting le quattro ruote diventano inclusive!

0

“Paraplegici alla guida”. Si è presentato con questo titolo (volutamente provocatorio) il nuovo evento di CROSSabili, associazione di San Martino di Lupari, fondata da Mattia Cattapan. Classe 1990, paraplegico dal 2013 a causa di un terribile incidente durante una gara agonistica di Enduro, Mattia ha deciso di non darsi per vinto e di fare della sua passione per i motori uno strumento di inclusione.

Un evento in programma mercoledì 30 settembre e che ha visto  25 persone con disabilità motorie sfidarsi a bordo di altrettanti go-kart lungo il circuito BI-KARTING di San Giorgio in Bosco. Una giornata che ha fatto parte di di un progetto più ampio di CrossAbili, chiamato “Disabili in viaggio” che ha lo scopo di offrire momenti di svago e vacanza a persone con handicap di vario genere cercando di superare i limiti e le barriere che spesso la disabilità porta con sé. “Disabili in viaggio”, però, vuole regalare soprattutto occasioni di benessere, divertimento e condivisione per le persone diversamente abili. 

«Solitamente una persona paraplegica non può guidare un go-kart, così come non può provare le tante emozioni che solo il mondo dei motori sa regalare – dice Mattia Cattapan -. Con questo evento, come in tutti gli eventi CROSSabili, abbiamo dimostrato che i limiti si possono superare. I go-kart, infatti, sono stati adattati per l’occasione grazie a dei comandi manuali. Questa è l’ennesima dimostrazione che, a volte, basta boco per includere tutti».

I 25 partecipanti, sia uomini che donne di età che va dai 18 ai 60, sono arrivati da tutta Italia e fanno parte della grande community di CROSSabili. «Nonostante il Covid-19 la nostra associazione non si è fermata. Abbiamo continuato a mantenere relazioni con le tante persone che abbiamo incontrato negli anni e ora siamo pronti per ripartire con un grande evento, che vede la partecipazione di tanti amici di CROSSabili» prosegue Cattapan. 

Dopo l’esperienza sulle quattro ruote con prove libere, qualifiche, spazio anche ad un pranzo in compagnia. «Come sempre questi appuntamenti, in primis, sono un modo per stare insieme e divertirsi – aggiunge Cattapan -. Tutto ciò, però, è possibile soprattutto grazie alle tante persone che credono nella nostra mission e che ci sostengono. Grazie ai nostri sponsor, e in questo caso grazie anche alla collaborazione con BI-KARTING che ha messo a disposizione gratuitamente il circuito, riusciamo a offrire un punto di vista differente sdoganando l’idea dell’impossibile».

La partecipazione a “TUTTI IN PISTA” è stata totalmente gratuita e nel rispetto delle norme anti Covid-19. All’evento ha presenziato anche l’Amministrazione di San Giorgio in Bosco.

Condividi.