Le pagelle. Camigliano perfetto, Gargiulo e Tavernelli letali!

0

Finisce 2-0 tra Cittadella e Pordenone con la formazione di mister Venturato che vola a dieci punti e rimane in testa al campionato. Nel primo tempo decide Gargiulo su magia di Cassandro, nella ripresa tocca invece a Tavernelli infilare Perisan per il 2-0. Queste le pagelle dei granata:

Maniero 6,5. Sicuro nelle uscite fin da subito, è pronto quando c’è da intervenire. Si distende bene quando gli attaccanti avversari lo chiamano alla parata. Partita perfetta, senza sbavature.

Cassandro 7. Esegue il proprio compito con ordine. E al 45esimo inventa l’assist che è magia per l’1-0 di Gargiulo. Nel secondo tempo acquisisce sicurezza e chiude bene quando il Pordenone si butta in avanti alla disperata. Piace tantissimo quando, al minuto 85 e con la palla pericolosa in area, spara lontano della serie “alta che a se sughe”. Quando ci vuole ci vuole.

Perticone 6,5. Dà esperienza anche se in velocità Diaw è un osso duro. Forma un bel blocco centrale con Camigliano ed è lui a puntellare ciò che, raramente, scappa al resto della retroguardia granata.

Camigliano 8. Fa subito a sportellate con l’ex compagno Diaw sul quale si incolla costantemente fermandolo con le giuste maniere. Prestazione maestosa, monumentale.

Benedetti 7. Inizia subito con tanta voglia di spingere e si vede che sulla fascia sinistra è davvero a proprio agio. Impegna spesso gli avversari, costretti così a coprire oltre il dovuto e quindi in difficoltà a spingere. E su punizione sfiora il 3-0.

Proia 6,5. Non ha paura di prendere calci e di andare a dar fastidio nelle situazioni difficili. Fa il lavoro oscuro, impedendo al Pordenone di giocare facile per vie centrali, strappando palloni preziosi.

(Pavan 6,5. Interpreta subito bene il ruolo e rompe ogni azione avversaria fin dall’origine. E il Pordenone, anche grazie a lui, non ne esce).

Iori 7. Detta i tempi ma sa anche mettersi al servizio della squadra quando serve.  Prezioso in fase di impostazione e nel momento in cui c’è da tenere ordinata e calma la squadra. Diga a centrocampo. Highlander!

Gargiulo 7,5. Grintoso sulla sinistra e più volte propositivo per i compagni in apertura. Va vicinissimo al goal dell’1-0, lo mette di testa e va ad esultare davanti ai tifosi. Fisicamente potente e decisivo a sbloccare il risultato.

(Mastrantonio, SV).

D’Urso 7. Prova a inventare e a creare spazi e le cose gli riescono discretamente. Porta un pelino troppo il pallone ma alla distanza diventa una trottola imprendibile e per fermarne l’estro e la fantasia i ramarri devono ammattire.

(Vita 6. Si avvita su un pallone che sarebbe potuto finire in rete. Prezioso comunque, dà ossigeno ai suoi ed insidioso).

Tavernelli 7. Inizia timidamente, poi trova nella velocità un’arma sfruttabile. In avvio di ripresa inventa il fendente preciso e potente per battere Perisan per il 2-0. E da lì acquisisce coraggio e fa tremare più volte i difensori avversari.

(Rosafio 7. Pochi scampoli di partita che comunque lo vedono spina nel fianco pordenonese. Pericoloso anche in area, ha trovato fiducia ed è in un buon momento).

Ogunseye 6,5. Nel primo tempo non si vede davanti, impegnato piuttosto a sostenere la squadra a centrocampo e ad aprire spazi con il proprio fisico. Nella ripresa il Pordenone gli lascia qualche spazio in più e lui ci si infila in maniera pericolosa.

(Cissè 6. Minuti importanti per acquisire sicurezza ed entrare negli schemi granata. Si ritaglia spazi e tiene a debita distanza i ramarri con la sua prestanza fisica).

All. Venturato 7. E’lui l’artefice di questo Citta. Mette assieme le individualità granata mixandole in maniera perfetta. Il suo tenere “tutti sulla corda”, il suo ritenere tutti titolari stasera ha dato ancora una volta i frutti sperati. C’è da imparare da lui.

Condividi.