Veronica Zanon, dai salti all’università, crescita costante!

0

Veronica Zanon, saltatrice di Galliera Veneta e portacolori di Assindustria Padova, si è raccontata ai microfoni di Atletica TV dopo il 13,84 ottenuto poche settimane fa ai campionati italiani di Grosseto:

“Era un salto che volevo fin dall’inizio. Con le gare indoor mi ero già avvicinata alla misura. Il 13,84 è frutto del gran lavoro fatto quest’inverno; un lavoro nel quale mi sono concentrata su un’unica disciplina a differenza del passato. E credo che la cosa si sia vista. Son contenta, dopo una buona prestazione a livello indoor l’ottima misura anche a livello outdoor mi dà ulteriore fiducia”. 

Veronica ha poi parlato della vittoria, internazionale, ottenuta a Barcellona, in Spagna:

“Subito dopo Grosseto sono volata a Barcellona ed è stata una bella esperienza. La gara era semplice, tranquilla, per il numero ridotto di atlete iscritte. Ma è stata una gara molto importante per me sia per il fatto dell’esperienza internazionale, ma anche perchè ho gareggiato con la soddisfazione mentale di Grosseto. Le gambe avevano recuperato bene, la testa invece non tanto; ma saltare così bene a Barcellona e ottenere comunque una buona misura mi ha fatto molto piacere”. 

Sulle ali dell’entusiasmo insomma, da Grosseto a Barcellona. E adesso?

“Siamo tornati da Barcellona, abbiamo fatto tutti i controlli ma di vacanze non se ne parla proprio. Tempo una settimana e mi sono dovuta rituffare subito su un altro impegno importante, quello dell’università che ho iniziato la scorsa settimana. Per quanto riguarda l’allenamento siamo in un periodo di scarico attivo, non siamo cioè completamente fermi ma siamo in una fase di impegno più ridotto rispetto al passato”. 

Università, capitolo importante e, in questo caso, non legato all’ambito sportivo:

“Mi sono iscritta all’università di Padova nella facoltà di economia. Al momento è tutto via telematica per le questioni Covid. Abbiamo iniziato, è una prima parte molto intensa ma sono soddisfatta. Vediamo come va”. 

Tornando a Grosseto, per Veronica è stato un vero e proprio tour de force. Oltre al triplo, spazio anche al salto in lungo e alla staffetta; discipline nelle quali comunque Veronica è a proprio agio da tempo:

“Io sono partita come lunghista. Poi il triplo è arrivato un po’per sbaglio; l’abbiamo allenato per le varie necessità ma il lungo è un qualcosa che mi piace tantissimo. E’chiaro che sono due discipline che si sposano bene assieme e non a caso a Grosseto ho scelto di farle entrambe. Lungo, triplo e staffetta a Grosseto sono state un bel tour de force; non era facile ma ora che sono in archivio posso considerare il tutto una ottima esperienza”. 

Condividi.