Weekend in laguna, Venezia da archiviare subito.

0

Non è stato un sabato pomeriggio, quello di ieri per il Cittadella. Al Penzo per i granata è stato un pomeriggio di acque agitate, con onde ostili che hanno impedito alla squadra di Venturato di costruire il proprio gioco.

GOAL A FREDDO E VENEZIA POI BLINDATO. Il goal a freddo subito da Forte ha condizionato pesantemente il match con il Venezia che, una volta in vantaggio, ha giocato di ripartenza, approfittando degli spazi lasciati aperti dal Citta che nel frattempo ha provato a spingersi in avanti per pareggiare.

Lagunari a proprio agio nel mare mosso e squadra di qualità superiore rispetto ad altre affrontate di recente dal Citta. Ecco perché una volta realizzato il goal, il Venezia si è saputo chiudere bene, rendendo difficilissima la vita al Cittadella che in qualche occasione ha provato a rendersi pericoloso, purtroppo senza fortuna.

CAMBI AL CAMBIO DI CAMPO. IL TENTATIVO DI SCOSSA. Non siamo abituati a vedere cambi nell’intervallo in casa Citta. Emblematica quindi la volontà di mister Venturato di cambiare qualcosa con i tre cambi tra il primo ed il secondo tempo. Fuori Ogunseye, Pavan e Gargiulo; dentro Tavernelli, Iori e Branca. Tentativo che ha portato qualche scossa in più ma, come detto, il Venezia blindato e pronto a ripartire non si è rivelato affatto un avversario facile da affrontare. Scuole di pensiero diverse da quelle del condottiero granata chiedono il perchè, ad esempio, non si sia optato per l’ingresso di un attaccante in più (Cissè) e per un modulo più spregiudicato per provare a trovare il goal del pari. La risposta è nel “Venturato pensiero” che difficilmente sbaglia. Non c’è la controprova, il risultato però, sfortunatamente, non ha sorriso.

QUANTE NOVITA’CONTRO IL CHIEVO? Mercoledì alle 19 si torna in campo contro il Chievo Verona. Mancheranno Proia e Perticone squalificati, e Adorni infortunato. Difesa che nei centrali cambierà quindi con Frare e Camigliano dal primo minuto, coppia inedita ma desiderosa di far vedere che merita di giocare. Ai lati tornerà Ghiringhelli con Benedetti pronto sulla sinistra a far rifiatare Donnarumma. A centrocampo incognita tra Iori e Pavan; Branca probabile dal primo minuto con Vita in assistenza e il ritorno di D’Urso trequartista (o Baldini da subito?). Davanti per alternanza, dovrebbe toccare a Tavernelli e, chissà, ad un Cissè ancora mai visto al meglio. In porta confermato Maniero, salvo colpi di scena che al momento non ci sembrano possibili.

OCCASIONE BUTTATA A VENEZIA? Diciamo che spiace aver perso. Che la si poteva vincere e che rode a tutti non aver almeno pareggiato. La classifica però sorride ancora (per quanto possa valere al momento attuale) e bisogna essere soddisfatti. Ma come detto più volte, l’appetito vien mangiando e Venturato ci ha abituato bene da anni. Di conseguenza le arrabbiature ci stanno; ma sono tutte arrabbiature alla cui base c’è la consapevolezza di essere di fronte all’ennesima grande stagione del Citta.

RIGOROSAMENTE CITTADELLA, LUNEDI’SU TELECHIARA. Di tutto questo si parlerà lunedì sera, dalle 21.05 su Telechiara, nella nuova puntata di Rigorosamente Cittadella. Programma condotto da Johnny Lazzarotto, con la partecipazione di Sara Zarpellon, Diego Zilio e di molti ospiti. In questo lunedì tornerà in studio Vincenzo Pittureri e sarà ospite anche il Presidente della FIGC Veneto Giuseppe Ruzza. In collegamento anche alcuni protagonisti del Cittadella e ulteriori opinionisti. Per i tifosi, il numero con il quale intervenire è il 342 7575948.

Condividi.