Un punto d’oro, servirebbe relax ma non c’è tempo!

0

Citta in extremis. Con il fiatone. Ma comunque a testa alta. La formazione di mister Venturato che risolve con Donnarumma una partita tutt’altro che facile ha il merito di non mollare mai, pur trovandosi ad un passo dallo 0-2 più volte.

Il carattere, ancora una volta, ha permesso a Iori e compagni di riemergere, reagendo alle difficoltà di questo periodo. Difficoltà che, guardando bene a quanto sta accadendo, hanno probabilmente una causa principale che è in primis la stanchezza. E il fatto di non aver riposato, fisicamente ma anche e soprattutto mentalmente, con mezza squadra ferma per il Covid-19 e alcuni giocatori ancora sulla via del recupero dopo la debilitante esperienza.

Fisicamente e mentalmente non sono state settimane facili per i ragazzi granata. E ora, forse, si pagano gli effetti di quella grande carica mostrata a dicembre e di una tempra che, inevitabilmente ora, avrebbe bisogno di un po’di pausa. Il tempo però non c’è, almeno non adesso. Arrivano altre tre partite importanti e ravvicinate contro Brescia, Cosenza e Pordenone. Stringere i denti ora è fondamentale.

La classifica è ancora bellissima e il siluro di Donnarumma ha l’effetto di un latte e miele caldo quando si è raffreddati. Sollievo, serenità e coccola. Bisogna ritrovare energie che probabilmente nemmeno i ragazzi sanno di avere. Ma che, se messe in campo, permetterebbero di affacciarsi a febbraio e al prossimo mese di marzo in maniera decisamente più serena. Forza Citta.

Condividi.