La rabbia di Tesser, la soddisfazione di Venturato

0

Tesser espulso e a bocca asciutta. Venturato finalmente sorridente per i tre punti ottenuti. Finisce così la sfida odierna tra i due allenatori alla guida di Cittadella e Pordenone:

“Qualche difficoltà c’è stata in questa partita – commenta Venturato – abbiamo creato diverse occasioni. Nel complesso è stata una buona prestazione e c’è stato un grande risultato perché battere il Pordenone non è facile per nessuno. La sfida che ci aspetta da qui alla fine del campionato è stare vicino alle prime e lottare qualcosa d’importante. Gioiamo e guardiamo avanti, in attesa della prossima battaglia contro la Reggiana. Beretta ha voglia ed entusiasmo, ed è un giocatore importante per noi”.

Di tutt’altro tenore le dichiarazioni di Tesser, espulso e arrabbiato: “E’ un passo indietro rispetto alla prestazione che avevamo fatto a Ferrara. Il Cittadella ha meritato la vittoria e ha fatto meglio di noi ma ci sono stati negati due rigori clamorosi: uno netto su Biondi, uno impossibile da non dare su Ciurria. Ho chiesto alla panchina avversaria di comportarsi bene. Qualche dirigente dovrebbe insegnare l’educazione alle persone che siedono in panchina, io stavo protestando ma credo che la mia espulsione sia stata sbagliata”.

Condividi.