Marta Masiero si racconta. Tra ambizioni, realtà e speranze per il futuro!

0

Come ogni settimana che si rispetti un’altra puntata de “La Saretta dello Sport” è tornata su Instagram. Questa volta a chiacchierare con noi è stata Marta Masiero capitano della B1 dell’Alta Fratte Volley, squadra che ha chiuso nel fine settimana la propria stagione alla luce, purtroppo, delle decisioni prese dalla Lega Volley in tempi di pandemia.

L’entusiasmo di Marta Masiero però non si spegne. Il capitano dell’Alta Fratte è giovanissima, ma già con un ricco curriculum a partire dall’esperienza con l’Imoco San Donà: “Ho iniziato con loro dai sei anni, è stata una fortuna e un onore crescere in una società simile. Ho conosciuto, allenandomi lì, anche Paola Egonu; di lei ricordo le sue grandi doti; già da piccole eravamo tutte impressionate dalle sue doti fisiche, in attacco era il punto di riferimento per la squadra”.

Dopo l’Imoco la carriera di Marta è decollata: nel 2015 infatti è stata infatti capitano della nazionale pre juniores con la quale è volata in Georgia per il “Festival delle Olimpiadi della gioventù europea”: “Ho avuto l’occasione di entrare in contatto con i migliori sportivi italiani, non solo della pallavolo ma anche di tutti gli altri sport. Conservo bei ricordi, in particolare di quella che è stata la cerimonia d’apertura e in generale ha rappresentato per me l’esperienza più bella che la pallavolo mi ha portato a vivere”.

Passione, sacrificio, costanza e organizzazione; quattro punti fondamentali per la Masiero: “Sto studiando per arrivare alla laurea magistrale in lingue e devo dire che la pallavolo mi ha aiutata anche nella mia carriera scolastica; avendo poco tempo, lo sport mi ha insegnato ad ottimizzare i tempi e ad essere più organizzata”.

E allora Marta un grande in bocca al lupo, noi ovviamente ti seguiremo e saremo i primi, con te, a festeggiare quelli che saranno i tuoi ancora tanti successi che la pallavolo ti riserverà.

Intervista by Sara Zarpellon

Condividi.